informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Perché studiare inglese ti aiuta a trovare lavoro?

Commenti disabilitati su Perché studiare inglese ti aiuta a trovare lavoro? lavoro

Può piacerci o meno, ma studiare inglese è fondamentale per trovare lavoro: conoscere questa lingua è infatti una competenza irrinunciabile nel mercato di lavoro, in quanto è la più utilizzata nella comunicazione internazionale e professionale. Si tratta di una verità impossibile da ignorare ed è bene sapere che, anche se oggi non hai bisogno dell’inglese nel tuo lavoro, probabilmente ne avrai bisogno del futuro.

Ma perché l’inglese è fondamentale nel mondo del lavoro? Ecco tre risposte a questa domanda.

L’inglese è la lingua del web

La maggior parte delle informazioni che si trovano online sono scritte in lingua inglese, specie se si tratta di informazione professionale, specialistica o scientifica. Si stima che circa l’80% dei dati presenti sul web siano in inglese: chi conoscere questa lingua ha quindi accesso a una mole di informazioni indiscutibilmente più vasta rispetto a chi ne è digiuno. Un vantaggio competitivo da non sottovalutare, sia nello studio che nel lavoro.

Studiare l’inglese è un investimento

Studiare l’inglese e apprenderlo correttamente è l’investimento più redditizio che si possa fare durante il percorso di studi, che tu stia affrontando un percorso di laurea triennale o biennale, come quelli offerti dall’università di Benevento Unicusano, o che abbia appena concluso gli studi: si tratta di una mossa davvero strategica per il proprio futuro e per affacciarsi con successo nel mondo del lavoro. L’inglese non ti aiuterà solo all’inizio della tua carriera, ma può rappresentare un vero e proprio trampolino di lancio, perché avrai molte più opportunità in Italia e all’estero, in aziende che si interfacciano con altri Paesi o in multinazionali.

L’inglese infatti è per eccellenza la lingua del commercio internazionale, della scienza e della tecnologia: non è un caso che la maggior parte degli articoli scientifici siano scritti in lingua anglofona.

L’inglese ti aiuta a guadagnare di più

Studiare inglesePurtroppo non esistono statistiche precise per il nostro Paese, ma in in Svizzera, ad esempio, chi conosce l’inglese guadagna il 18% in più rispetto a chi non conosce questa lingua. L’inglese inoltre è la lingua straniera più utilizzata nelle aziende italiane ed europee, pertanto una buona conoscenza è fondamentale sul mercato di lavoro. Dopo l’italiano, infatti, l’inglese è utilizzato negli scambi esterni e interni in azienda e questa lingua sarà in grado di aprirti molte porte nel nostro Paese o all’estero. In generale, gli aumenti di stipendio sono concessi molto più facilmente a quei collaboratori che dimostrano di essere autonomi nell’utilizzo della lingua inglese o che, quantomeno, mostrano di voler migliorare sensibilmente le proprie competenze linguistiche.

L’inglese scolastico è sufficiente nel mondo del lavoro?

La padronanza della lingua inglese purtroppo non sia acquisisce durante il periodo scolastico, in quanto nella scuole italiane l’insegnamento si concentra soprattutto sulla grammatica e sulla letteratura inglese piuttosto che sulle competenze indispensabili nel mercato del lavoro, ossia:

  • Listening, ossia la capacità di comprensione orale
  • Speaking, cioè la capacità di espressione orale
  • Writing, ossia la capacità di scrittura
  • Reading, ossia la capacità di comprendere un testo scritto.

Sapersi esprimere e saper comprendere quanto viene comunicato è di importanza fondamentale negli ambienti lavorativi.

Perché l’inglese è diventata la lingua del business

Ci sono diversi motivi che hanno reso la lingua inglese strategicamente rilevante a livello internazionale. I principali sono tre:

  • è una lingua facile da imparare: la grammatica inglese è semplice ed essenziale, non ci sono differenze tra maschile e femminile e le coniugazioni non cambiano in relazione al pronome utilizzato
  • è una lingua flessibile: in inglese lo stesso concetto può essere espresso in molti modi diversi, il che rende questa lingua particolarmente adattabile a diversi contesti e culture
  • ha un vocabolario in continua evoluzione: il vocabolario inglese cresce quotidianamente grazie all’ingresso di nuovi termini; attualmente contiene oltre 850.000 parole.

Sapersi esprimere ed essere in grado di comprendere ciò che ci viene comunicato in lingua inglese assume un’importanza incredibile negli ambienti di lavoro. Quella inglese, infatti, è una lingua parlata da oltre 400 milioni di persone in più di 75 paesi nel mondo e rappresenta la lingua di riferimento per i rapporti di business in tutto il mondo.

Business English: quando conoscere la lingua non basta

Studiare ingleseNel mondo professionale è necessario possedere un livello sufficiente di padronanza della lingua inglese e soprattutto conoscere il vocabolario legato al tuo lavoro, alla tuo settore di attività e alla tua specializzazione. Ecco quindi che nel mondo del lavoro non basta conoscere genericamente l’inglese, ma diventa fondamentale il cosiddetto Business English. Basti pensare, ad esempio, agli studi legali internazionali, dove sapere affrontare una conversazione base in lingua inglese non è sufficiente: è infatti necessario conoscere un vocabolario ampio e fortemente tecnico, grazie al quale capire nel dettaglio tutti gli aspetti legali del lavoro. Lo stesso vale orami per venditori, impiegati amministrativi, tecnici e commerciali, ingegneri, segretarie di direzione e così via.

 

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali