informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare imprenditore agricolo: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come diventare imprenditore agricolo: studi e possibilità Studiare a Benevento

Lavorare a contatto con la natura, seguire i ritmi delle stagioni, vedere – letteralmente – i frutti dei propri sforzi quotidiani. Non sarebbe bellissimo poter avere un’occupazione che ti dia tutto questo? Se stiamo parlando del tuo sogno, scopri come diventare imprenditore agricolo. Lo Staff di Unicusano Benevento ha qualche suggerimento per te.

Preparati a sporcarti le mani, ma anche ad avere conoscenze approfondite di management aziendale. Quella di imprenditore agricolo è una professione che potremmo definire l’anello di congiunzione tra passato e presente. Ma non credere che sia qualcosa che non possa darti ottime chance per il futuro! Anzi, probabilmente il trend del “ritorno alla terra” che già in molti stanno cavalcando, potrà offrirti diverse possibilità di sviluppo. Non ti resta che leggere tutto quello che c’è da sapere a riguardo!

Imprenditore agricolo: chi è

Fino a qualche anno fa, difficilmente si parlava di imprenditore agricolo. C’erano i contadini, ovvero coloro che materialmente si occupavano di tutto il lavoro che c’era da fare nei campo o con gli animali. E poi c’era il proprietario terriero, il “datore di lavoro” del contadino che poteva occuparsi degli aspetti amministrativi o più semplicemente di coordinare i suoi sottoposti per ottenere dei profitti.

Va anche detto che i due ruoli non solo erano ben distinti, ma anche distanti. In poche parole, erano pochi i contadini che riuscivano a diventare proprietari terrieri. Al massimo, avevano modo di riscattare un piccolo appezzamento utile a poco più del sostentamento familiare. Viceversa i più o meno grandi proprietari terrieri provenivano da famiglie abbienti con anni – se non quasi secoli – di esperienza in quest’attività. Il che li rendeva parte di un’élite di persone che difficilmente si sarebbero dedicate ad un lavoro manuale.

Oggi però potremmo dire che i dure ruoli si sono fusi ed il contadino è anche proprietario terriero e viceversa. Ovviamente, se le proprietà sono ampie l’imprenditore potrà avvalersi di operai, ma raramente lo troveremo lontano dai campi.

Definizione

Prima di dirti come diventare imprenditore agricolo vogliamo fornirti una definizione precisa. O meglio, a farlo è il Codice Civile Italiano che dice:

È imprenditore agricolo colui che esercita un’attività diretta alla coltivazione del fondo, alla selvicoltura, all’allevamento di bestiame ed attività connesse. Si reputano connesse le attività dirette alla trasformazione o all’alienazione dei prodotti agricoli quando rientrano nell’esercizio normale dell’agricoltura.

Art. 2135 del Codice Civile Italiano

Con il decreto legislativo del 18 maggio 2001 il suddetto articolo è stato modificato e aggiornato come segue:

È imprenditore agricolo chi esercita una delle seguenti attività: coltivatore del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse.

Cosa fa

Effettivamente il linguaggio burocratico potrebbe essere difficile da comprendere e soprattutto da tradurre in maniera immediata in qualcosa di concreto. In sostanza l’imprenditore agricolo ha quella che a tutti gli effetti è un’azienda e si occupa di curare e sviluppare un ciclo vegetale o animale, oppure una fase necessaria del ciclo stesso avvalendosi dell’uso di:

  • il fondo – quindi i campi,
  • il bosco,
  • le acque dolci, salmastre o marine.
imprenditore agricolo

Come si diventa imprenditore agricolo

Quella di imprenditore agricolo non è una professione in cui ci si può improvvisare. Primo perché a farsi carico di tutti gli oneri è l’imprenditore, quindi tu che hai la curiosità di scoprire come diventare imprenditore agricolo. Secondo perché richiede delle competenze tecniche, in ambito gestionale ma anche in quello agricolo stesso.

Dunque, se non hai una formazione adeguata in una di queste due materie non possiamo fare a meno di suggerirti di studiare. Ma un diploma può non bastare. Qualora avessi già questa qualifica, e per quanto magari hai già fatto esperienza come dipendente, ti suggeriamo di seguire un corso di laurea inerente.

La proposta di Unicusano Benevento

E se ti dicessimo che puoi studiare online per realizzare il tuo desiderio? In questo modo se lavori non avrai particolari impedimenti o obblighi e in ogni caso potrai organizzare il tuo tempo al meglio per mettere in pratica ciò che stai imparando passo dopo passo. L’Università Niccolò Cusano ha ben due corsi che possono fare al tuo caso.

  1. Con un corso di Laurea in Ingegneria Agroindustriale potrai affrontare il settore agroindustriale sia da un punto di vista tecnico, ma anche gestionale ed avere una conoscenza a 360° della materia. Focalizzandoti su tutte le tematiche che riguardano l’alimentazione e la trasformazione dei prodotti di derivazione agricola potrai ambire non solamente alla loro coltivazione o all’allevamento, ma anche alla loro vendita come prodotto finito.
  2. Il corso di Laurea in Economia Aziendale invece potrebbe essere perfetto per te se già lavori in questo campo ma non sai come guidare un’impresa sotto il punto di vista economico. Studiando potrai familiarizzare – tra gli altri – con la gestione aziendale, il diritto e gli aspetti fondamentali della ragioneria. Così colmerai tutte le tue lacune e poi sarai pronto o pronta a intraprendere l’iter necessario per svolgere la tua attività.

Se l’idea di iscriverti ti alletta, compila il form e chiedi tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Da studente ad imprenditore agricolo

Ora che sai cosa devi studiare, non ci resta che spiegarti gli ultimi passaggi necessari per capire come diventare imprenditore agricolo. Per rendere il processo più chiaro possibile procederemo per punti. Così potrai seguire il tutto per filo e per segno e non rischieremo di farti dimenticare nulla.

  • Trova la giusta motivazione

    Quello di imprenditore agricolo probabilmente sarà il tuo lavoro per molto tempo. Se non altro perché richiede degli investimenti (che vedremo più avanti) per partire da zero. Per questo motivo è necessario che tu abbia la motivazione giusta che non solo sarà necessaria in eventuali momenti di difficoltà. Ma ti permetterà anche di apprezzare ancora di più i tanti risultati che otterrai solo grazie al tuo impegno. Non sottovalutare mai l’importanza di questo aspetto.
  • Definisci cosa coltivare o allevare

    Ciò che produrrai sarà quello che ti darà da vivere. Non servono molti giri di parole per dirlo. Ciò significa che dovrai ragionare molto bene su quale indirizzo dare alla tua attività. Puoi avere una passione speciale per un determinato cereale, o per una determinata razza di animali. Ma se la loro resa non è tale da giustificare un’attività, potrebbe crearti dei problemi. Per iniziare, informati e scegli qualcosa che risponda alle richieste di mercato. Ti permetterà di coprire le spese di avvio e di avere il giusto sprint iniziale. Solo quando avrai raggiunto una stabilità, dedicati alla sperimentazione.
  • Focalizzati sugli obiettivi

    Sono in tanti quelli che negli ultimi tempi vogliono abbandonare la vita cittadina ed intraprendere la carriera di imprenditore agricolo. Ma condurre una vita più sana e tranquilla non può essere il tuo unico obiettivo se vuoi fare questa professione. Quella a cui darai vita sarà un’impresa a tutti gli effetti, quindi dovrai avere ben chiari quali saranno i tuoi obiettivi in termini di spesa, produzione e crescita. Solo così potrai partire con il piede giusto ed organizzarti per raggiungerli.
  • Apri la Partita IVA

    Ora che sai la teoria, passiamo alla pratica. Il primo passo concreto dell’iter per sapere come diventare imprenditore agricolo è l’iscrizione alla Camera di Commercio. Di pari passo potrai ottenere anche la Partita IVA Agricola. Quest’ultima ti sarà necessaria per affrontare il passaggio successivo.
  • Fai i giusti investimenti

    Per portare avanti un’attività è necessario fare degli investimenti iniziali, che siano utili ed oculati. Fai un piano in cui stabilisci quali e quanti saranno i terreni o i fabbricati che dovrai acquistare o affittare. Poi pensa agli attrezzi e ai macchinari che ti saranno necessari per partire. Per coprire tutte queste spese dovrai trovare dei finanziamenti: informati online se sono attivi dei Bandi di Sviluppo Rurale che puoi sfruttare, oppure opta per dei finanziamenti privati.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali