informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come strutturare un questionario: trucchi e consigli utili

Commenti disabilitati su Come strutturare un questionario: trucchi e consigli utili Studiare a Benevento

Volete sapere come strutturare un questionario? Volete conoscere tutti i segreti di questa tipologia di intervista? Lo staff della Unicusano di Benevento vuole venire incontro a tutti gli studenti che si trovano a dover costruire un questionario per fini statistici fornendo tutte le specifiche in riferimento a questa modalità di intervista.
domande aperte
Iniziamo con il dire che è possibile trovarsi a dover strutturare dei questionari in varie occasioni: le domande aperte, infatti, possono diventare un valido alleato per statistiche in vari campi di applicazione.

Sono soprattutto gli studenti iscritti al corso di psicologia online di Unicusano e di scienze della formazione e dell’educazione a trovare indispensabile l’utilizzo di questionari per avere nero su bianco delle tendenze.

Ma non solo: il saper fare questionari è altrettanto utile per studenti di economia alla Unicusano in quanto si troveranno a dover avere sotto mano una serie di dati inquadrati nel migliore dei modi così da poterli gestire e da cui poter tratte dei modelli interpretativi. E non solo, anche gli studenti iscritti al corso online in scienze politiche avranno modo di utilizzare i questionari, ad esempio, registrando quelle che sono le preferenze per questo o quel politico nel corso della campagna elettorale.

Insomma: un utilizzo a larghissimo spettro che rende utile per tutti gli studenti essere a conoscenza dei trucchi per strutturare un’intervista. Inoltre è bene ricordare che scrivere un questionario può sembrare molto facile, ma se non viene strutturato adeguatamente i risultati possono essere alterati e inattendibili – e dunque inutilizzabili.

Alla luce di questo, lo staff della Unicusano di Benevento ha intenzione di fornire dei modelli questionario da seguire per realizzarli nel migliore del modi…

Come impostare un questionario: ecco gli step da seguire

Iniziamo subito a vedere la struttura base di una intervista scritta, capendo come questa deve essere strutturata.

Scrivere le domande del questionario

Come prima cosa vanno scritte le domande dell’intervista. È bene che le domande siano poche e ben formulate, così da rendere il questionario non ridondante e di facile compilazione. Inizialmente vanno formulate tante domande che poi andranno ridotte di numero affinché ciascuna sia strettamente collegata all’obbiettivo che si vuole raggiungere con la somministrazione del questionario.

Per facilitare la compilazione, inoltre, è opportuno mixare le domande a risposta aperta con quelle a risposta multipla. Ci sono alcune domande a risposta chiusa che possono sembrare aperte, ma sarà possibile rispondere considerando solo alcune possibilità come, ad esempio, fornendo una serie di valori che va dal “molto soddisfacente” al “per nulla soddisfacente”.

Per quanto riguarda le domande aperte, queste devono essere utilizzate solo se si è realmente interessati a fini statistici alle opinioni personali dell’intervistato o per chiarire una risposta data in precedenza. Esempio: “Perché si sente in questo modo?”.

Inoltre, se sono importanti ai fini del sondaggio, i quesiti riguardo i fattori demografici (età, sesso, cittadinanza…) devono essere posti all’inizio del questionario.

L’ordine delle domande di un questionario, poi, ha la sua profonda importanza. La maggior parte delle volte si tende a posizionare gli argomenti a forma di “imbuto rovesciato”, quindi dalle domande più generiche a quelle maggiormente specifiche. Questo serve non solo per mettere l’intervistato a proprio agio facendolo entrare lentamente nel mood dell’intervista ma anche per garantire una maggiore concentrazione sull’argomento che si è scelto di indagare.

Preparare il questionario pensando a come sarà somministrato

Successivamente, parlando della struttura di un questionario, si dovrà avere ben chiaro come quest’ultimo verrà sottoposto: via email? In formato cartaceo? Per telefono? Ciascuna di queste modalità di somministrazione di un questionario ne prevede una struttura diversa.

Ogni tipologia di questionario ha dei pro e dei contro e va valutato in base a quelle che sono le esigenze statistiche. Ad esempio, i sondaggi effettuati tramite computer, telefono e posta possono raggiungere molta gente, mentre quelli fatti di persona hanno ritmi serrati e limiti di partecipazione. Molto spesso, inoltre, gli intervistati possono sentirsi in imbarazzo a rispondere a certe domande di persona ma, in caso di confusione, solo le conversazioni dal vivo possono rimediare agli equivoci.

In alcuni casi è possibile anche fornire un incentivo a chi partecipa al questionario come ad esempio un coupon di sconto se il questionario viene compilato telefonicamente o per via telematica o un gadget se questo avviene di persona.

Nel caso vengano raccolti dati sensibili come indirizzi email o numeri di telefono è bene che questi siano dichiarati.

Riguardo a questo è importante anche selezionare il proprio target di riferimento cercando di uscire dall’ordinario in modo tale da non avere un campione tendenzioso. Per esempio, chiedere delle abitudini sull’acquisto di prodotti online con un questionario via internet può non tenere conto della maggioranza della gente che invece non possiede dimestichezza con il computer.

Avete trovato utili i nostri consigli? Per ulteriori quesiti, non esitate a contattare i vostri docenti che sapranno spiegarvi nella pratica l’importanza di un questionario in base alla materia di riferimento.

 

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali