informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare organizzazione aziendale: 7 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come studiare organizzazione aziendale: 7 consigli da seguire Studiare a Benevento

Sei alle prese con lo studio dell’economia e vuoi capire come studiare organizzazione aziendale? Lo Staff di Unicusano Benevento ha qualche consiglio per te, 7 per la precisione! Ritagliati qualche minuto dai tuoi impegni per leggere questo compendio di suggerimenti e vedrai che alla fine avrai il metodo giusto per te. La pratica rende perfetti, ma certamente questo discorso vale anche con la giusta preparazione. Allora non perdiamo altro tempo! Quaderno degli appunti alla mano, ecco tutto quello che c’è da sapere.

Breve ripasso di economia aziendale

Prima di darti i nostri consigli, vogliamo assicurarci che tu abbia ben chiari due concetti fondamentali necessari per affrontare lo studio.

Il primo concetto è quello di economia aziendale. Riassumendo in poche righe potremmo dire che si tratta della scienza che studia tutto ciò che riguarda l’esistenza di un’azienda. Detto così potrebbe sembrare qualcosa dalla natura filosofica, in realtà è una materia decisamente concreta.

Infatti questa materia può spaziare dall’analisi delle diverse relazioni all’interno del sistema-azienda per mantenere un equilibrio produttivo, a definire le logiche più utili per mantenere questo status il più a lungo possibile. Alcuni esempi? L’economia aziendale studia:

  • l’organizzazione delle aziende, come nascono , gli elementi che le costituiscono e la loro struttura.
  • tutto ciò che serve a farle funzionare al meglio.
  • quali sono le diverse funzioni al loro interno e quali tipi di imprese esistono.

A cosa serve

Tutti nei momenti di studio matto e disperatissimo ci ritroviamo a chiederci “Ma a cosa mi servirà mai tutto ciò?”. Succede anche se nella maggior parte dei casi rientra tra le nostre scelte di studi. Dunque, se anche a te è capitato di porti questa domanda di fronte all’economia aziendale, non preoccuparti: è normale. E qui puoi trovare la risposta che rinfrescherà la tua passione per questi argomenti.

Studiare economia aziendale ti serve per sviluppare le tue capacità di analisi e soluzione delle problematiche aziendali di carattere organizzativo, gestionale ed informativo. Ad esempio, vuoi sapere come diventare strategy manager? Studiando economia aziendale è una delle risposte!

Economia e organizzazione aziendale

Ora che hai risvegliato il tuo interesse, possiamo tornare a parlare di come studiare organizzazione aziendale. Ma come possiamo farlo se non abbiamo ancora dato una definizione di questa materia? Uno dei modi per ottenere i migliori risultati è conoscere alla perfezione ciò di cui si parla, non sei d’accordo? Questo excursus ti permetterà di non perdere tempo con un ripasso generale iniziale. Così potrai applicare sin da subito uno o tutti i nostri consigli e procedere al meglio con lo studio!

Definizione

L’organizzazione aziendale è l’insieme dei processi, dei materiali e delle persone che li operano e li gestiscono per il raggiungimento di uno scopo comune. È studiata in economia per descrivere tutte le componenti che agiscono all’interno di un’impresa. Questa infatti è vista come un sistema costituito da elementi che, interagendo tra loro, attuano il comportamento aziendale. Così, lavorando in maniera coordinata e organizzata, possono raggiungere gli obiettivi prefissati ed ottenere determinati risultati. Schematizzando questo ultimo passaggio potremmo dire che i punti fondamentali dell’organizzazione aziendale sono tre:

  1. Gli obiettivi dell’impresa, racchiusi in quella che è definita missione aziendale.
  2. Le persone. Per raggiungere determinati obiettivi è necessario creare un processo di lavoro valido e solido. Ogni lavoratore dev’essere responsabile e competente per il proprio operato affinché tutti gli step produttivi siano efficienti.
  3. La tecnologia. Il lavoro delle persone dev’essere messo in pratica grazie agli strumenti più efficienti e utili in ogni fase.
studiare economia aziendale

I 7 consigli per studiare organizzazione aziendale

Eccoci arrivati al momento in cui ti diamo i nostri preziosi consigli su come studiare organizzazione aziendale. Leggendo quanto detto finora avrai capito che si tratta di una materia prettamente analitica. Allo stesso tempo però, lascia spazio alle capacità di chi poi dovrà metterla in pratica nel mondo del lavoro. Dunque trova il tuo metodo per apprendere al meglio e acquisire tutte le conoscenze necessarie e poi passa all’azione seguendo la tua naturale propensione. Ecco come fare!

  1. Segui le lezioni

    Seguire le lezioni non è mai una perdita di tempo. Le distrazioni possono essere dietro l’angolo, ma ricordati sempre che prestando attenzione alle parole del tuo professore o professoressa, metà dello studio è fatto. E poi limitandoti a leggere sui libri non avrai le stesse fonti d’ispirazione che derivano dall’interazione con i docenti e i colleghi di studi. Dimostra sempre il tuo interesse e se durante la lezione non hai modo di fare domande, cerca di contattare l’insegnante per risolvere subito ogni tuo dubbio o curiosità.
  2. Prendi appunti

    Prendere appunti è il modo migliore per fissare sin da subito i concetti fondamentali. E poi elaborare con la scrittura ciò che senti a lezione potrebbe esserti d’ispirazione per eventuali collegamenti logici. Segna anche quelli e al momento di studiare verifica la loro effettività. Se saranno appropriati riferiscili in sede d’esame: ti darà certamente punti in più!
  3. Leggi velocemente

    Se hai seguito i due punti precedenti, leggere velocemente dagli appunti o dai libri di testo sarà automatico. Per la maggior parte degli argomenti trattati, saprai già di cosa si parla. Quindi di fatto potrai procedere senza doverti soffermare troppo sui concetti e sarà un’utile occasione per ripassare. Se invece non hai avuto modo di mettere in pratica i primi due punti, procedi leggendo prima con attenzione tutti i titoli e le parole messe in risalto nel testo. Dopodiché procedi alla lettura dei capitoli: ti sembrerà come di conoscere già l’argomento e apprendere sarà molto più facile e veloce!
  4. Schematizza

    Per sapere come studiare organizzazione aziendale gli schemi sono indispensabili. Solo così potrai avere una visione d’insieme ottimale della struttura di un’impresa e allo stesso tempo collegare i concetti teorici fondamentali. Graficizzare gli argomenti di studio è la forma di sintesi massima. E dato che si parla di “dono della sintesi”, non sottovaluteremmo questo consiglio!
  5. Memorizza

    A questo punto dovresti avere un quadro più o meno chiaro su tutto ciò che devi sapere. Quindi puoi passare alla fase di memorizzazione. Attenzione! Non ti stiamo dicendo di imparare per filo e per segno le parole che hai ascoltato o letto. Piuttosto devi fissare i concetti fondamentali. Come fare? Trova dei nessi creativi: associa ciò che devi ricordare a qualcosa che per te ha un collegamento, anche per antitesi. E vedrai che ricordare sarà molto più facile.
  6. Rielabora

    Questo passaggio è fondamentale. Difficilmente un professore vorrà sentirsi ripetere a pappagallo le lezioni. Piuttosto ciò che ti farà prendere voti alti sarà esprimere una tua visione e rielaborazione dell’argomento. Lavora sul tuo punto di vista e dagli più corpo possibile. Come abbiamo detto l’organizzazione aziendale è una materia “analitica” ma questo non significa che non sia flessibile. In questo modo farai tuoi gli argomenti di studio e ti preparerai al meglio per il mondo del lavoro.
  7. Ripeti ad alta voce

    Eccoci all’ultimo sforzo! Ripetere ad alta voce e lavorare sull’esposizione sono due aspetti meno facili di quello che puoi immaginare. Solo con un’ottima preparazione di questi aspetti potrai dimostrare veramente quanto hai appreso. E poi non dimenticare: la carriera a cui ti porterà questo percorso di studi si basa anche sulle doti dialettiche. Allenarsi sin da ora non puoi farti che bene!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali