informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 10 film divertenti italiani da vedere

Commenti disabilitati su I 10 film divertenti italiani da vedere Studiare a Benevento

Vuoi guardare un film che ti faccia piangere dalle risate? Non perdere tempo a cercare: abbiamo selezionato per te 10 film divertenti italiani dal risultato assicurato. Battute che hanno fatto la storia, dialoghi che quasi tutti conosciamo a memoria ma che fanno sempre divertire e dettagli che finora non avevi mai notato svolteranno la tua serata.

Prepara il divano e scegli quello che preferisci!

Film divertenti italiani: quelli che non puoi non aver visto

  1. Un americano a Roma

  2. Un americano a Roma è un film del 1954 di Steno con Alberto Sordi. La guerra è finita da dieci anni, ma nella memoria della maggior parte degli italiani è ancora vivo il ricordo dell’arrivo opulento delle truppe americane. Anzi forse il tempo, i film e le riviste non hanno fatto altro che accrescere il mito. Nando è l’esempio perfetto: “americanizza” la sua quotidianità romana fino all’estremo. Celeberrimo il suo ormai nazional-popolare “Maccarone, tu m’hai provocato? E io me te magno”.

  3. Amici miei


    Amici miei è una pietra miliare della commedia italiana. Film del 1975 di Mario Monicelli, racconta le peripezie di cinque amici fiorentini, tutti di mezz’età, annoiati dalle loro diverse vite ed accomunati dalla voglia di sfogarsi goliardicamente su dei poveri malcapitati. Il film, nonostante il suo altissimo livello di comicità, nasconde un velo di tristezza verso le condizioni dei protagonisti e in fin dei conti anche se fa (molto) ridere, non lascia del tutto spensierati. Celebri le supercazzole del conte Mascetti.

  4. Febbre da cavallo


    Febbre da cavallo è un’altra commedia di Steno che forse ha ottenuto più successo negli anni che al momento dell’uscita nei cinema. È il film che ha lanciato le carriere dei grandi Gigi Proietti (Mandrake) ed Enrico Montesano (Pomata) che da quel momento sono saliti nell’olimpo della comicità italiana. Tutto ruota intorno alle scommesse sulle corse dei cavalli, con le loro gioie e (soprattutto) i loro dolori, che portano i protagonisti a fare mille peripezie pur di sbancare il lunario con questa “attività”. Chi non ricorda il sorriso magico di Fioretti Bruno in arte Mandrake?

  5. Fantozzi


    Se parliamo di film divertenti italiani non possiamo non citare il mitico ragionier Ugo Fantozzi protagonista di ben 10 film, uno più divertente dell’altro. Nato dalla penna di Paolo Villaggio, che lo ha interpretato nell’arco di trent’anni, ogni film racconta le disavventure di quello che lui stesso definì “Il prototipo del tapino, ovvero la quintessenza della nullità”. Un impiegato vessato dal potere, incapace di ribellarsi, che mai troverà pace se non forse in un piatto di spaghetti, una bottiglia di birra ed una partita di calcio.

  6. Vacanze di Natale


    Vacanze di Natale è stato l’antesignano di quelli che oggi chiamiamo cinepanettone. Anche in questo caso, si tratta di un ritratto senza troppi peli sulla lingua dell’Italia opulenta e vacanziera tipica degli anni ottanta. Non sono tanto le gag comiche, quanto le amare verità messe sotto forma di battuta a far ridere: sicuramente non di stampo oxfordiano, ma certamente divertente.

  7. Il ragazzo di campagna


    Il ragazzo di campagna è un film del 1984 che racconta un mondo di profonde differenze tra campagna e città che ormai, forse, non esiste neanche più. Ma questo non significa che le gag comiche non ci strappino un sorriso: ecco perché possiamo dire che è uno dei film divertenti italiani. Chi quando fa freddo non ripensa al protagonista Artemio, interpretato da un divertentissimo Renato Pozzetto, che al risveglio trova un pinguino nell’armadio? Per non parlare del suo “tac” nel preparare un sano pranzetto nel suo efficientissimo appartamento milanese. Se sei uno studente a corto di rifornimenti, sicuramente avrai capito di cosa stiamo parlando!

  8. Bianco Rosso e Verdone


    Bianco Rosso e Verdone è un road movie all’italiana in cui Carlo Verdone (che ne è anche regista) interpreta tre differenti personaggi, protagonisti di tre diversi episodi: Furio, Mimmo e Pasquale. Profondamente diversi tra loro, si stanno spostando tutti per andare a votare. In questi lunghi viaggi, le loro forti personalità, caratterizzate da tratti decisamente esasperati e quindi comici, ti faranno divertire con battute sagaci o comportamenti paradossali. Furio, il funzionario statale logorroico e maniaco della precisione, orgoglioso socio ACI è forse il personaggio più assurdo e quindi più divertente.

  9. Non ci resta che piangere


    Non ci resta che piangere è un film del 1984 scritto, diretto ed interpretato da Roberto Benigni e Massimo Troisi. I due amici si perdono nelle campagne, nel bel mezzo di un temporale e finiscono in un paradossale viaggio nel tempo che li porterà nella toscana del “mille e quattrocento, quasi mille e cinque“. I due amici, in totale difficoltà, si ritrovano dunque a far fronte con la vita dell’epoca assolutamente diversa a quella cui erano abituati. Non gli ci vorrà molto ad ambientarsi, così come non ti ci vorrà molto a ritrovarti a ridere delle battute della coppia. Sai che pare che la celebre scena della dogana sia stata girata innumerevoli volte perché i due non riuscivano a restare seri? Ecco perché abbiamo voluto inserirlo nei 10 film divertenti italiani che non puoi perderti!

  10. Il ciclone


    Il ciclone è il film che ha reso famoso Leonardo Pieraccioni, che oltre ad essere regista ne è anche il protagonista: Levante. Ragioniere di un piccolo paese della Toscana, vive con il padre ed i fratelli che per quanto personaggi particolari, insieme a lui conducono un’esistenza piuttosto ripetitiva. Nel bel mezzo di una sera d’estate però tutto cambia: un pullman con un gruppo di ballerine di flamenco arriva al loro casolare e tutto cambierà. Un po’ di sana comicità toscana, condita con il solito romanticismo di Pieraccioni. Questo film può fare per te?

  11. Tre uomini e una gamba


    Tre uomini e una gamba è il primo film di Aldo, Giovanni e Giacomo dopo anni di tv e spettacoli teatrali. I tre partono da Milano per Andare a Gallipoli dove Giacomo dovrà sposarsi con la figlia del loro datore di lavoro, nonché suocero sia di Giovanni che di Aldo. I tre hanno anche il compito di portare con loro un’importante opera d’arte il cui valore è piuttosto alto e il cane di Aldo, Ringhio. Si sa, dalla Lombardia alla Puglia la strada è lunga e conoscendo il trio l’imprevisto (e la grassa risata) è assicurato. Difficile trovare una sola scena che sia esemplare, ma senza dubbio questo è uno dei film divertenti italiani che vale la pena vedere tutto d’un fiato!

Hai trovato qualcosa che fa per te? Abbiamo anche una lista di film d’animazione imperdibili: perché non dare un’occhiata anche a quella?

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali