informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 7 luoghi segreti da vedere a Benevento e dintorni

Commenti disabilitati su I 7 luoghi segreti da vedere a Benevento e dintorni Studiare a Benevento

Benevento è una città posizionata nell’entroterra campano, dalla storia ricca e complessa, ma anche circondata da bellezze naturalistiche e tanta cultura eno-gastronomica. Abitata fin dalla preistoria, conobbe il momento di massima espansione durante il periodo sannita, ma è stata successivamente annessa all’impero Romano, che riuscirono a conquistare la città solo dopo la famosa sconfitta delle Forche Caudine. E proprio durante il dominio romano la città fu battezzata Beneventum. In seguito fu una città longobarda, e poi pontificia. L’alternarsi di questi numerosi domini ha donato a Benevento una forte identità culturale, che le permette oggi di vantare un patrimonio storico, artistico e archeologico di grande rilievo.

Oggi Benevento è un vero e proprio museo a cielo aperto: ci sono resti romani, sanniti e longobardi, mentre della Benevento medievale si possono ammirare il castello e le numerosissime chiese. Non mancano poi cose da fare e vedere nei dintorni di Benevento, soprattutto borghi arroccati su pendici lungo la valle del Sannio.

Ma al di là dei luoghi più famosi di Benevento, non tutti sanno che la città è legata strettamente a miti e leggende, e nasconde molti luoghi segreti da scoprire. Una delle curiosità più interessanti è sicuramente quella legata alla leggenda delle Streghe di Benevento, nata probabilmente a seguito di alcuni riti pagani che i longobardi celebravano sulle rive del fiume Sabato. Per i beneventani cattolici, che vedevano le donne saltare e urlare intorno ad un albero di noce, questi rituali erano segnali di eresia e stregoneria.

Nei secoli successivi la leggenda continuò a vivere: streghe provenienti da tutto il mondo si riunivano intorno all’albero di noce longobardo per celebrare rituali con danze e canti.

Vediamo quindi 7 luoghi segreti di Benevento e dintorni, per andare alla scoperta di questa città magica.

Obelisco egizio

obelisco beneventoIl noce sacro dove si riunivano i longobardi per celebrare i loro riti non esiste più, ma rimane un luogo del mistero attorno al quale sono nati miti e leggende, come quello della Janara, strega che si intrufolava di notte nelle stalle per rubare giumente da cavalcare.  Un luogo che invece esiste ancora e che testimonia l’origine delle leggende sulle streghe di Benevento e il suo misticismo è l’Obelisco egizio, che si trova nel centro cittadino. L’obelisco fu portato a Benevento  in epoca romana e venerato segretamente anche in epoca cristiana.

 

Museo Strega

Parlando di streghe, non si può non ricordare uno dei prodotti più famosi di Benevento, città che ha regalato al mondo il famosissimo liquore Strega. Celebrare questa eccellenza locale è facile grazie all’esistenza di un vero e proprio museo che ne ripercorre le storia, le tradizioni e l’impatto sociale. Da non perdere la visita guidata, che parte dalla sala dell’Erboristeria, dove si custodisce l’antica e segreta ricetta originale. Si passa poi alla distilleria e ovviamente alla cantina, in un percorso che ti permetterà di scoprire sapori antichi e il procedimento utilizzato per preparare questo gustoso liquore, tipico di Benevento ma famoso in tutto il mondo.

Le piramidi di Benevento

Nella zona compresa tra Caserta e Benevento si elevano tre grandi piramidi, che per le loro dimensioni assomigliano a vere e proprie colline. Una si trova vicino lo splendido borgo di Sant’Agata dei Goti, una a Moiano e l’ultima a Caiazzo. Da millenni, ormai, sono parte della tradizione più nascosta di questa zona e sono tutt’ora oggetto di interesse per le comunità esoteriche locali.

Non sappiamo quale antica civiltà abbia dato vita a queste piramidi perché, come già detto inizialmente, la zona è stata abitata in più epoche da diverse popolazioni. Tuttavia nessuna di queste, dai Sanniti agli Etruschi, dai Greci ai Romani fino ai Longobardi,  ha mai manifestato, per quanto si conosce, caratteristiche costruttive di questo genere. Nessuna di queste culture, si ritiene, ha potuto costruire piramidi di tali dimensioni.  Bisogna probabilmente fare riferimento a civiltà più antiche, ma tecnologicamente avanzate, e risalire indietro nel tempo con un datazione approssimativa fra i 5.000 e i 10.000 anni a.C.

Qualunque sia la loro origine, si tratta sicuramente di luoghi mistici, dall’atmosfera misteriosa.

Luoghi segreti da vedere a Benevento: il Giardino del Mago

Il Giardino del Mago è uno dei luoghi segreti di Benevento, uno dei tesori più nascosti di questa città. Un luogo magico e di grande fascino, che si trova a Palazzo Casiello, oggi di proprietà del museo del Sannio, Il giardino si trova in posizione sopralevata e affaccia direttamente su piazza Santa Sofia. Al suo interno è possibile ammirare le sculture di bronzo dell’artista e designer Riccardo Dalisi: tra questa, la statua di un grande mago che ha dato il nome al giardino.

Giardino segreto di Airola

Rimanendo in tema di giardini, non possiamo non citare il Giardino Segreto Airola, un parco didattico botanico-zoologico che si trova ad Airola, in provincia di Benevento. Il parco ospita oltre 16o0 piante e 300 animali, ma anche diverse sette tipologie di giardini: il giardino giapponese, il cinese, l’inglese, l’australiano (unico in Italia), il mediterraneo, il secco, il tropicale e quello di erbe aromatiche.

Inoltre il giardino di Airola è l’unico in Italia dove si possono trovare diversi biotopi tipici dei diversi continenti del pianeta, come la pampa sudamericana, l’outback australiano, l’Africa nera e la steppa asiatica. 
Insomma, un luogo davvero unico e sorprendente, un vero e proprio paradiso terrestre.

Borgo di Sant’Agata dei Goti

Borgo di Sant'Agata dei GotiIl borgo di Sant’Agata de’ Goti è una cittadina antica arroccata sul pianoro di una collina tufacea. Arrivare qui è emozionante: le sue vie, i suoi tetti, i monumenti ti lasceranno senza fiato. Il centro storico è arroccato sul pianoro di una collina tufacea e si erge tra due fossati sui torrenti Riello e Martorano. La città è molto antica, sembra sorga sul luogo dell’antica Saticula, città sannitica. È bello perdersi tra le sue strette vie e ritrovarsi nelle improvvise piazzette. Ti vorrai sempre fermare per fotografare i tetti spioventi, i monumenti romanici e gotici, i campanili e i numerosi scorci dove si respira un’aria antica: il tempo qui si è fermato. Attorno è tutto verde e ancora più in là c’è una cinta di monti e colline, compreso il famoso Taburno.

Una curiosità: durante il Carnevale nelle stradine del Borgo di Sant’Agata dei Goti dodici attori rappresentano ciascuno un mese dell’anno recitando situazioni agricole tipiche di quel periodo. Il tredicesimo attore mima il ‘Capodanno’ aprendo e chiudendo questa sfilata di colori e maschere della tradizione locale.

Borgo di Pietraroja

Il borgo di Pietraroja si posiziona sul pendio del monte Mutria. Questo paesino è prevalentemente montanaro e molti sono i prodotti tipici della zona che provengono proprio da qui. Probabilmente, questo affascinante borghetto è di origine sannita. Ciò che lo contraddistingue è il clima peculiare, diverso dal resto della Campania: le temperature si mantengono stabili anche in estate, assicurando un fresco molto gradito ai turisti.

È d’obbligo visitare Pietraroja soprattutto per il luogo caratteristico in cui è situato il paese e per la cucina veramente eccezionale. Famosi i suoi formaggi e i suoi salumi, che rendono la cucina beneventana un’eccellenza. Se sei nei dintorni, non dmenticare di visitare il Parco Geo-Paleontologico, dove potrai ammirare fossili di 200 milioni di anni fa.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali