informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Libri da leggere in inglese: 10 titoli

Commenti disabilitati su Libri da leggere in inglese: 10 titoli Studiare a Benevento

Volete sapere quali sono i migliori 10 libri da leggere in inglese così da immergersi nella cultura d’oltremanica? In questo articolo lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Benevento ha intenzione di fornire uno spaccato della letteratura inglese – dai romanzi alla poesia nel corso dei secoli – che possa avvicinare i giovani allo studio della lingua.
leggere un libro in lingua inglese
Infatti, la pratica ella lingua inglese non deve essere relegata solo allo studio scolastico e universitario bensì deve essere portata nelle abitudini quotidiane in modo tale che queste possano influenzare positivamente l’apprendimento. E non c’è nulla di meglio che leggere un libro in lingua inglese per stimolare il cervello all’interiorizzazione della lingua.

Alcuni recenti studi, infatti, hanno testimoniato che una pratica continua dell’inglese migliora le capacità cognitive dedicate del 44% e che la lettura in lingua (va bene anche di un testo che già si conosce) è fondamentale per un mantenimento della conoscenza della lingua, senza regredire né nella comprensione né nell’esposizione.

Proprio per questo lo staff della Unicusano di Benevento ha deciso di segnalare 10 libri in inglese che – a seconda della conoscenza della lingua e delle proprie preferenze di guato – dovranno entrare nelle vostre librerie rigorosamente in lingua originale.

Libri da leggere in inglese: 10 consigli a cura della Unicusano

Ma partiamo dal principio e vediamo quali sono i capolavori della letteratura inglese che devono esser letti in lingua originale. In molti casi si tratta di avere una migliore comprensione del testo, in altri casi una pura  curiosità nei confronti dell’originale di espressioni tradotte nelle versioni italiane, in altri ancora – infine – si tratta di entrare in contatto con il vero spirito e l’humor britannico.

Se siete pronti, possiamo iniziare…

1. Jane Eyre di Charlotte Bronte (titolo originale: Jane Eyre: An Autobiography)

Il romanzo del 1847 è uno dei capolavori della scrittrice inglese. Narra la storia della giovane Jane e del suo tormentato amore per Mr. Rochester. Il romanzo, pur soddisfacendo canoni stilistici ottocenteschi è tutt’ora molto attuale grazie a curatissimi aspetti descrittivi sia dell’ambiente sia della psicologia dei personaggi raccontata con finezza ed intensità.

La lettura in lingua inglese immerge al cento per cento nell’ambientazione tipicamente inglese.

2. Il giovane Holden di J.D. Salinger  (titolo originale: The Catcher in the Rye)

In questo caso è già il titolo a costituire una profonda variazione rispetto all’originale infatti si allude ad una strofa di una nota canzone attribuita a Robert Burns, Comin’ Through the Rye che recita così: Gin a body meet a body / Coming thro’ the rye / Gin a body kiss a body / Need a body cry?

Il protagonista, infatti, alla domanda cosa voglia fare da grande, risponde “acchiappare i bambini prima che cadano nel burrone, mentre giocano in un campo di segale”. Leggendo il romanzo statunitense in lingua originale si potrà affondare nelle ragioni del protagonista: giovane critico e molto sensibile, dalla psicologia emotiva e fragile.

3. Non buttiamoci giù di Nick Hornby (titolo originale: A Long Way Down)

Torniamo in Gran Bretagna con uno dei romanzi più recenti della classifica dei migliori libri inglesi da leggere. Hornby ha uno stile fresco e divertente che si apprezza benissimo nell’edizione originale del libro.

Il libro è diviso in tre parti e narra la storia di quattro sconosciuti che la notte di San Silvestro si incontrano sulla cima di un palazzo di Londra, con l’intenzione comune di suicidarsi. Ma la condivisione farà miracoli, arrivando a dare ai protagonisti una nuova ragione di vivere…

4. Romeo e Giulietta di William Shakespeare (titolo originale: he Most Excellent and Lamentable Tragedy of Romeo and Juliet)

Si tratta del più antico libro inglese e deve comunque essere letto in originale con alcuni “aiuti” in quanto alcuni termini sono diventati desueti e risultano quindi di difficile comprensione.

Ma leggere le opere teatrali in lingua originale inglese permette di comprendere a fondo il genio shakesperiano.

5. I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift (titolo originale: Travels into Several Remote Nations of the World, in Four Parts. By Lemuel Gulliver, First a Surgeon, and then a Captain of Several Ships)

Pur essendo considerate un libro per ragazzi è sicuramente un ottimo punto da cui partire per leggere libri in inglese, così da affinare la lingua e comprenderne meglio la struttura grammaticale.

Parodiando libri di genere come Robinson Crusoe, Swift fa una feroce critica alla società e al comportamento umano del tempo: i viaggi diventano il pretesto per irridere il sistema giudiziario, i meccanismi del potere, la politica, i vizi e i comportamenti dei suoi contemporanei, l’assurdità delle convenzioni sociali e l’irrazionalità della guerra.

6. Emma di Jane Austen (titolo originale: Emma)

Si tratta del primo romanzo della Austen a delineare la fisionomia e la psicologia di una ragazza ricca e bella, stranamente immune dall’amore romantico e dal desiderio. L’eroina del libro, nonostante i suoi vizi ed il suo carattere spregiudicato, finisce per essere amata dai lettori grazie alla sua capacità di mettersi in discussione, di ammettere i propri errori e di cambiare, fino a diventare un personaggio di spessore e d’indiscutibile valore nella letteratura mondiale.

Proprio per questo la lettura in lingua inglese risulta essere estremamente interessante.
scrittori inglesi

7. Frankenstein di Mary Shelley (titolo originale: Frankenstein; or, The Modern Prometheus)

Scritto da una giovanissima Mary Shelley (aveva solo 19 anni), Frankenstein è diventata un’opera cult per gli amanti del genere. Seppur sembrando una lotta alla modernità e all’avanzare delle tecnologie, il libro indaga a fondo quelle che sono le paure dell’umanità (come ad esempio il diverso, il nuovo, l’orrido).

8. David Copperfield di Charles Dickens (titolo originale: The Personal History, Adventures, Experience and Observation of David Copperfield the Younger of Blunderstone Rookery – which he never meant to publish on any account)

Tradotto per la prima volta in italiano da Cesare Pavese, David Copperfield è un romanzo che ripercorre la vita del protagonista dall’infanzia alla maturità. Il racconto si snoda così bene – pur citando una serie infinita di personaggi minori – che scrittori del calibro di Tolstoj e Joyce ammisero di esserne affascinati tanto da dichiararlo come il loro libro preferito.

9. Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll (titolo originale: Alice’s Adventures in Wonderland)

Tra i libri degli scrittori inglesi qui citati questo è sicuramente uno dei più apprezzati: la storia è quella della bambina Alice che si trova calata in un sogno (realissimo) in un mondo eccitante e meraviglioso tanto quanto spaventoso.

Leggere Alice in originale permette di apprezzare lo stile, igiochi di parole, le figure retoriche, i proverbi citati e i continui riferimenti alla cultura inglese.

10. Tre uomini in barca di Jerome K Jerome (titolo originale: Three Men in a Boat  – To Say Nothing of the Dog)

La penna di Jerome non può che provocare sorrisi nel lettore che si troverà a ridere delle disavventure dei tre uomini del titolo. Anche per questo la traduzione in alcuni casi non rende giustizia: il modo migliore per capire l’humor britannico è leggerlo in originale  – apprezzando e cercando di capire le parole scelte dall’autore.

Avete altri testi da segnalarci? Avete già avuto modo di leggere questi romanzi in lingua o magari li conoscete solo in italiano? Non esitate a provarci: la lettura è un esercizio che migliora e si affina con il tempo e la perseveranza. Non ci resta che augurarvi… buona lettura! E per avere consigli su altri testi, non esitate a chiedere al vostro tutor universitario.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali