informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come essere leader e perché questo può aiutarti nel lavoro

Commenti disabilitati su Come essere leader e perché questo può aiutarti nel lavoro Master

Essere leader è ormai una qualità indispensabile in molti luoghi di lavoro, specie se si ambisce a ricoprire posizioni di responsabilità. Un buon leader infatti è un punto di riferimento per il business, perché è in grado di motivare al meglio i propri collaboratori e ispirare non solo i dipendenti, ma anche le aziende per le quali lavorano.

Manager e imprenditori devono spesso affrontare molte sfide e sorprese nella loro vita lavorativa: un buon leader è in grado di superare tutte le avversità per mantenere intatto il proprio equilibrio personale e creare sempre un ambiente produttivo e stimolante in cui lavorare.

Come essere un leader: consigli per sviluppare la leadership

Ci sono persone che hanno naturalmente le caratteristiche e le qualità del leader, ma tutti possono sviluppare le competenze necessarie per acquisire una buona leadership, ad esempio seguendo dei master dedicati alla crescita personale. Se vuoi crescere professionalmente e fare carriera imprescindibile imparare ad essere un leader: ecco alcuni consigli che ti aiuteranno sul lavoro.

Essere un leader vuol dire avere disciplina

La disciplina è la prima qualità di un buon leader. Sviluppare la disciplina sia nella vita professionale che in quella personale è il primo passo per diventare un leader capace di ispirare gli altri a dare il meglio di sé. Allenare la disciplina sul lavoro vuol dire rispettare sempre le scadenze, mantenere gli appuntamenti e concludere le riunioni nei tempi stabiliti.

Se per natura sei una persona disorganizzata puoi sempre iniziare ad allenare la disciplina iniziando dalle cose più piccole, ad esempio, provando ad adottare le buone abitudini in casa, come svegliarti presto e fare esercizi quotidianamente, e inizia da qui. La tenacia è importante per essere un buon leader.

Gestisci più progetti

Un buon metodo per sviluppare la leadership è imparare ad assumerti più responsabilità. Uscire dalla tua zona di comfort di permetterà di imparare cose nuove e ti farà notare dai tuoi superiori come una persona che prende l’iniziativa. Attenzione però a non superare il limite di quanto sei in grado di gestire.

Sfrutta il confronto per imparare

leadership

DepositPhoto/TarasMalyarevich

Un vero leader non ha paura di delegare e cedere il controllo ad altre persone qualora la situazione lo richieda. Non sentirti minacciato se un collega dimostra di non essere d’accordo con te, mette in discussione le tue idee o mette in pratica delle idee personali. Mantieni una mentalità aperta e riconosci il merito quando è dovuto. Non sempre è semplice, ma un buon leader deve essere in grado di valorizzare e rispettare i componenti del proprio team, che in questo modo saranno più disponibili a farsi avanti per te quando sarà necessario.

Allena la consapevolezza

Tra i maggiori punti di forza di un buon leader c’è la capacità di saper inquadrare una situazione nel suo complesso e anticipare i problemi prima ancora che si verifichino. Questa abilità è tanto più preziosa quanto più ci si trova a gestire progetti con scadenze ravvicinate. Un leader si riconosce proprio dall’abilità nel prevedere e fornire suggerimenti per evitare potenziali problemi. Inoltre, questa capacità ti permette di cogliere opportunità che altri trascurano, qualità che sicuramente ti farà ottenere dei riconoscimenti.

Ispira gli altri

Il leader fa parte di una squadra e il suo ruolo consiste principalmente nel motivare e ispirare le persone con cui lavora, in modo da collaborare nel miglior modo possibile. In quanto leader, devi essere sempre presente se un membro del team ha bisogno di una guida o un incoraggiamento: a volte basta semplicemente ascoltare e mostrarsi comprensivi per supportare qualcuno.

Riconoscere che nessuno è eccellente in tutto è fondamentale: prima te ne renderai conto, prima imparerai i delegare e a dedicarti alle cose che ti vengono meglio, incoraggiando anche le persone che lavorano con te a dare il proprio meglio.

Infine, ricorda che il modo migliore per diventare un buon leader è continuare sempre ad imparare cose nuove: in questo modo manterrai allenata la tua mente e le tue abilità, e sarai sempre pronto ad affrontare le sfide che incontrerai sulla tua strada.

Essere leader: perché è importante sul lavoro?

essere un leader

DepositPhoto/ArturVerkhovetskiy

Essere un buon leader è fondamentale per ispirare fiducia tra i propri collaboratori e migliorare il morale del team: concentrandoti sugli aspetti positivi di un lavoro, potrai incoraggiare i membri del tuo team a mettere in campo tutte le loro abilità per raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo modo tutta l’azienda ne guadagnerà in efficienza e produttività.

Inoltre, la leadership è fondamentale anche per comunicare o orientare il proprio team: un buon leader è in grado di illustrare gli obiettivi e le aspettative in modo chiaro, fornendo esempi per motivare i collaboratori. Un leader poi fa in modo che il team si mantenga sempre sulla giusta strada, verificando l’andamento del lavoro e facendo rispettare le scadenze. Come? Controllando i progressi di ogni membro del team ed intervenendo in caso di problemi, prima che questi diventino insormontabili.

Riassumendo, un leader è in grado di far lavorare in team al massimo delle sue capacità e di riconoscere le capacità dei singoli membri, assegnando loro compiti che enfatizzino i punti di forza di ognuno. Un leader incoraggia la comunicazione e costruisce le relazioni tra i membri del team, in modo che possano lavorare e imparare gli uni dagli altri. Infine, un leader sa come motivare e incoraggiare i collaboratori, riconoscendo i loro meriti.

Credits immagine: DepositPhoto.com/xavigm99

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali