informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

7 ottimi motivi per laurearsi in scienze dell’educazione

Commenti disabilitati su 7 ottimi motivi per laurearsi in scienze dell’educazione Studiare a Benevento

Devi scegliere la facoltà universitaria e stai prendendo in considerazione Scienze dell’Educazione? Bene, sei nel posto giusto: in questo articolo ti sveleremo 7 ottimi motivi per laurearsi in scienze dell’educazione.

La scelta del percorso universitario è fondamentale e può influenzare tutto il tuo futuro lavorativo: per questo è importante essere informati correttamente sul corso di laurea e quindi effettuare una scelta consapevole, avendo ben chiari anche i futuri sbocchi lavorativi.

Sul corso di laurea in scienze dell’educazione pesano a volte alcuni pregiudizi, del tutto ingiustificati ma che tuttavia gli aspiranti educatori sociali professionali si sentono ripetere spesso, non appena esprimono il loro interesse per questa facoltà. Alcuni la definiscono una laurea inutile, ma non c’è niente di più sbagliato.

Il corso di laurea triennale in Scienze dell’Educazione, classe di Laurea L-19, forma professionisti ai quali spettano enormi responsabilità, spesso sottovalutate, se non addirittura ignorate, dai non addetti ai lavori. Ecco allora 7 motivi per laurearsi in scienze dell’educazione che ti mostreranno l’importanza di questo corso di studi.

1. È un corso di studi ad ampio spettro

Da non confondere con il corso di laurea in scienze della formazione primaria (da scegliere se, per esempio, vuoi diventare maestra elementare) o quello in psicologia, il corso in Scienze dell’Educazione può vantare un numero di esami e di discipline di tutto rispetto all’interno del proprio piano di studi.

Sarebbe tuttavia un errore pensare che questa varietà rappresenti una scarsa specificità del corso di laurea: nel caso di Scienze dell’Educazione, questa molteplicità rappresenta una vera a propria ricchezza. Le materie affrontate nel corso di studi sono prevalentemente di stampo umanistico e vanno dalla psicologia alla sociologia, senza trascurare discipline come pedagogia, antropologia, filosofia, storia, ma anche materie metodologiche, artistiche, linguistiche, didattiche e giuridiche.

Non farti spaventare da questa lunga lista: l’offerta formativa ampia permette agli studenti di sviluppare, anche attraverso la frequenza di laboratori, un vero e proprio approccio analitico, che consente ai futuri professionisti di realizzare progetti educativi di sicuro successo.

2. Un corso di laurea che ti permette di conoscere te stesso

Man mano che seguirai i corsi, ti renderai conto di come l’approfondimento di alcune discipline modifichi la tua visione della vita e della realtà: questo significa che stai davvero frequentando il corso di laurea giusto per te.

Scienze dell’Educazione infatti è un percorso di studi adatto a chi vuole sfidare se stesso giorno dopo giorno, mettendo da parte ogni pregiudizio e mettendosi continuamente nei panni dello svantaggiato, cercando e sperimentato di volta in volta soluzioni che migliorino concretamente la vita delle persona: ed è proprio questo l’atteggiamento e il background dell’educatore sociale professionale.

3. Puoi iniziare a lavorare subito dopo la laurea in Scienze dell’Educazione

Non tutti lo sanno, ma dopo la laurea triennale in Scienze dell’Educazione si è già educatori professionali qualificati. Ovviamente  le mansioni che potrà svolgere un laureato triennale sono diverse rispetto a quelle che può ricoprire un laureato magistrale; in alternativa esistono anche dei master post-laurea che permettono di specializzarsi senza iscriversi ad un corso di laurea magistrale.

4. Hai una professionalità ben definita

Prima di proseguire per arrivare a parlare dei diversi sbocchi lavorativi, è bene fare una distinzione: non bisogna confondere l’educatore professionale formato presso le facoltà di Scienze dell’Educazione con uno proveniente dalla Lauree delle Professioni Sanitarie.

Quest’ultima figura professionale proviene da una classe di laurea completamente diversa, ossia la L-SNT/02 – Professioni sanitarie della riabilitazione, ma nonostante ciò esiste una notevole confusione, anche a livello normativo su questi due profili, in realtà molto diversi tra di loro.

Infatti i laureati in Scienze dell’Educazione sono degli educatori professionali in ambito socio-educativo, settore che può collaborare con quello socio-sanitario e riabilitativo, ma con il quale non deve assolutamente essere confuso.

Gli educatori sociali lavorano in realtà dove sono necessari processi di integrazione, socializzazione, riabilitazione psico-sociale a favore di soggetti in situazione di disagio. Questi professionisti possono lavorare sia in strutture pubbliche che private, negli asili nido, nelle ludoteche, nelle cooperative sociali per bambini, adulti e anziani, oppure presso il Ministero di Grazia e Giustizia (ad esempio nelle carceri minorili).

Questo percorso lavorativo fa per te se sei una persona motivata e ambiziosa, ma anche dotata di un grande spirito di sacrificio e una sincera vocazione per il lavoro sociale.

Infine, un’ultima doverosa precisazione: i laureati in Scienze dell’Educazione non sono maestri elementari, in quando non posseggono l’abilitazione per svolgere questa professione, almeno con la sola laurea triennale del nuovo ordinamento.

5. Hai numerosi sbocchi professionali

Gli sbocchi lavorativi della laurea in scienze dell’educazione sono numerosi e le possibilità di trovare lavoro dopo la laurea sono elevate.

In qualità di educatori e formatori, i laureati in scienze dell’educazione possono trovare uno sbocco lavorativo nei seguenti settori:

  • strutture educative prescolastiche, scolastiche ed extrascolastiche;
  • pubblica amministrazione ed enti locali;
  • servizi sociali, culturali e territoriali;
  • agenzie per le attività di volontariato;
  • servizi alla persona e all’infanzia:
  • aziende pubbliche e private;
  • organizzazioni dell’impresa sociale.

Secondo i dati di Almalaurea, la maggior parte degli impieghi (circa il 39%) ottenuti da laureati in scienze dell’educazione è rintracciabile nel settore dei servizi sociali e personali.

Alcuni esempi di figure professionali accessibili ad un laureato in scienze dell’educazione sono: educatore nei servizi per l’infanzia, educatore sociale e di comunità, tecnico del reinserimento e dell’integrazione sociale, assistente ai disabili, assistente sociale, educatore a domicilio, formatore.

6. L’educazione è un pilastro fondamentale della società

Questo punto è forse uno dei motivi più importanti per laurearsi in Scienze dell’Educazione, racchiude il significato più profondo di questo percorso di studi, che si traduce in un vero e proprio percorso di vita.

Il lavoro nel sociale è una vera e propria missione: lavorerai in situazione di grande disagio e sofferenza, ed è proprio in queste situazioni che sarai in grado di fare la differenza.

Se è vero che anche gli insegnanti sono educatori, il tuo compito sarà però diverso: tu sarai un esperto nei processi educativi e formativi di singoli, gruppo e comunità. Basti pensare all’etimologia della parola educare, che deriva dal latino “educere”, ossia “tirare fuori”. Il compito dell’educatore è quindi quello di stimolare e guidare la crescita della persona, dai bambini agli anziani, verso la responsabilità personale, l’autonomia e la socializzazione completa.

Non stiamo quindi parlando di formazione nozionistica o di insegnare le “buone maniere”, ma di un processo di valorizzazione della vita umana. Gli educatori sociali sono persone che credono fermamente nell’essere umano e lavorano alacremente per far sì che ogni individuo possa realizzarsi pienamente, come singolo e all’interno della società, ricoprendo un ruolo estremamente importante e delicato.

7. Puoi seguire i corsi anche online con Unicusano

L’Univesità telematica Niccolò Cusano offre un corso di laurea in Scienze dell’Educazione, sia triennale che magistrale. Scegliere Unicusano vuol dire avere la libertà di organizzare liberamente il proprio studio, perché non hai l’obbligo di frequenza delle lezioni. Tutti i materiali didattici, comprese le video lezioni, sono infatti disponibili sulla piattaforma di e-learning dell’ateneo, disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24.

In questo modo potrai laurearti anche se hai già iniziato a lavorare, recandoti in università solo per sostenere gli esami.

Photo credits: depositphoto/Krakenimages

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali