informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare con il caldo? I consigli per essere produttivo

Commenti disabilitati su Come studiare con il caldo? I consigli per essere produttivo Studiare a Benevento

Esami di maturità, test d’ammissione, esami universitari e chi più ne ha più ne metta. È proprio vero che gli esami non finiscono mai, soprattutto durante la bella stagione. Da giugno a settembre si concentrano tante prove decisive, e vedere la maggior parte dei tuoi amici spensierati in vacanza non è d’aiuto. Per non parlare dell’afa: se ti stai chiedendo perché non riesco a studiare, lasciati consigliare dallo Staff di Unicusano Benevento e scopri come studiare con il caldo così da non perdere la tua produttività.

Prima di studiare: la preparazione

Come per ogni sfida che ti mette a dura prova, la preparazione è estremamente importante. Quindi prima di metterti a studiare, devi creare le condizioni giuste per far sì che nulla disturbi il tuo lavoro. Ma andiamo con ordine e vediamo insieme quali sono gli accorgimenti da prendere.

Trova il luogo giusto

Può sembrare strano, ma quando si parla di come studiare con il caldo, trovare il luogo più adatto dove farlo diventa il primo aspetto da tenere in considerazione. Alcune zone della tua casa saranno più fresche di altre: il balcone, il giardino, un piano interrato o magari una stanza con una buona esposizione. Trova quella migliore nel tuo caso e trasformala nella tua stanza per studiare. Vedrai che essere in un luogo più fresco, e magari più isolato, ti farà essere produttivo o produttiva da subito.

Attrezza la stanza

Se non hai una stanza più fresca delle altre o se comunque vuoi rendere più vivibile uno degli ambienti della tua casa, ci sono piccoli accorgimenti da seguire. Ad esempio, la sera prima di andare a dormire lascia gli avvolgibili o le persiane leggermente aperte, fai lo stesso con la porta e lascia che si crei una leggera corrente d’aria con un altro ambiente della casa. Poi, prima che arrivino le ore più calde del giorno, chiudi tutto. In questo modo la stanza dovrebbe mantenersi più fresca. Poi, procurati un ventilatore: muovere l’aria nella stanza la renderà meno pesante, quindi più vivibile per te che dovrai metterti alle prese con lo studio.

Vestiti comodo

D’estate i vestiti acquistano una connotazione più funzionale che d’inverno. Perché se è vero che in quest’ultimo caso può bastare stratificare per sentirsi più caldi, ci sono momenti d’estate in cui anche un paio di shorts ed un top possono sembrare troppo. Ma c’è un modo per ovviare anche a questo problema. Dato che probabilmente sarai in casa o al massimo in biblioteca a studiare, opta per abiti funzionali: ovviamente se esci dalle mura domestiche dovrai fare un po’ più attenzione, ma in generale i vestiti ideali sono quelli in tessuto di cotone o lino. Sono più traspiranti e quindi ti manterranno al fresco. Poi ovviamente sarebbe meglio che fossero larghi così da non farti sudare troppo.

Segui un’alimentazione adeguata

Quello che mangi ha un ruolo fondamentale sulle tue prestazioni giornaliere. Perché se è vero che quando fa più freddo i cibi più sostanziosi sonno d’aiuto (ti dice niente il nome calorie?), d’estate possono fare l’effetto opposto. Frutta, verdura, ma magari anche yogurt, ghiaccioli, gelati, frutta secca. Sono tutti alimenti che ti danno la giusta carica senza appesantirti. Poi se vuoi approfondire, scopri cosa non può mancare nel frigorifero degli universitari. Mangiare qualcosa di più sostanzioso può comportare una digestione più impegnativa che può diventare una fonte di distrazione. La maggior parte delle energie del tuo corpo andrà verso l’intestino a discapito della tua mente. Non vogliamo dirti di metterti a dieta, ma più semplicemente di prestare attenzione a questo aspetto. Quando si tratta di sapere come studiare con il caldo è uno dei più importanti! Per non parlare dell’acqua. Mantieniti sempre idratata o idratato perché implica che avrai più energia: l’acqua infatti mantiene alto lo scambio idrolitico tra le cellule. NB: no all’acqua ghiacciata. Non solo ti dà un sollievo apparente, ma può anche causare dolorosi mal di pancia.

Studia durante le ore più fresche

Fare qualsiasi cosa durante le ore più calde della giornata, quando le temperature arrivano a toccare addirittura i 40° può diventare una missione impossibile. Le ore più fresche della giornata sono quelle che precedono e seguono l’alba. Certo, non tutti amano fare una levataccia, però la mattina presto sarebbe il momento ideale per studiare quando fa caldo. Il tuo corpo può abituarsi alle levatacce e ti sorprenderai a scoprire che hai molte più energie di quanto tu possa immaginare. Se invece sei un tipo notturno, aspetta il calar del sole o quantomeno il tardo pomeriggio per metterti sui libri.

Come studiare con il caldo

Arrivati a questo punto dovresti esserti preparata o preparato al meglio. Hai trovato il luogo ideale, l’hai reso più fresco ed hai tutte le energie necessarie per affrontare il tuo studio. Ma è giusto il momento di capire insieme come studiare con il caldo senza perdere la tua produttività: segui questi tre passaggi e vedrai che non c’è il rischio di sbagliare!

Pianifica

La pianificazione è un’ottima soluzione, soprattutto se a distrarti ci si mette anche il caldo torrido. Prima di iniziare a preparare la materia che dovrai affrontare, organizzati. Parti dai giorni che hai a disposizione e datti un obiettivo quotidiano. Fai in modo che sia realistico: strafare non ti aiuterà a raggiungerlo il prima possibile. Anzi: consumerai tutte le energie nei primi giorni ed arrivare alla conclusione sarà veramente complicato. Quindi tieni in considerazione i consigli che ti abbiamo dato per la preparazione e sulla base di questi crea una tabella di marcia. Studiare con il caldo sarà molto più facile di quanto è stato finora.

Evita le distrazioni

Va detto: estate uguale vacanze. Eppure sembra che per te estate sia uguale esami. Premesso che è una condizione comune a quasi tutti gli studenti, arrovellarti su questo punto non ti sarà d’aiuto. Primo perché più ci pensi e più ti sembreranno (e forse diventeranno) lontane. Secondo perché rappresenta un’enorme fonte di distrazione. Trasforma questo pensiero in un obiettivo. Ripetiti: devo dare il 100% per riuscire a concedermi un po’ di meritato svago.

E poi, stai alla larga dallo smartphone. Scrollare il feed tra foto in posti mozzafiato e guardare Storie di persone al mare ti farà cadere nel baratro. Per non parlare dei messaggi con i tuoi amici: parlare tutti insieme di quanto sia difficile studiare con il caldo non vi aiuterà a trovare un modo per farlo. Lascia il telefono lontano da te per un po’, e magari recuperalo durante una pausa.

Concediti delle meritate pause

Le pause hanno uguale, se non maggiore, importanza del tempo passato sui libri. Come anche nello sport, il recupero è fondamentale: ogni 45 minuti stacca per un quarto d’ora. L’ideale sarebbe stare un po’ all’aria aperta, oppure muoverti. Ma se proprio non puoi fare a meno di leggere le notifiche, cerca di staccare comunque mentalmente dallo studio.

Dato che ti abbiamo suggerito di non studiare nelle ore più calde, un’idea per impiegarle al meglio potrebbe essere quella di sfruttare questo momento della giornata per riposare. Una mezzora di sonno sarà più che sufficiente per ricaricarti e, tornando a studiare, potrai approfittare di tutti i benefici.

Poi, appena possibile, stacca la spina. Fai sport, esci con gli amici, guarda un film. In una parola: distraiti. Solo così potrai riattivare il cervello per una nuova ed intensa giornata di studio.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali