informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come leggere più velocemente? Le strategie da provare

Commenti disabilitati su Come leggere più velocemente? Le strategie da provare Vita Universitaria

Se sei uno studente universitario, avrai senza dubbio sentito parlare di alcune tecniche che insegnano a leggere più velocemente, senza per questo diminuire le capacità di comprensione.

Tutti possono imparare a leggere più velocemente, applicando alcune strategie legate alla lettura veloce, e quindi ottimizzare i tempi da dedicare allo studio. Sebbene ormai la si dia per scontata, leggere è una delle abilità più importanti per acquisire nuove conoscenze e accedere alle più svariate informazioni. Per studiare con profitto è necessaria un’ottima capacità di lettura, non necessariamente innata: questo processo può essere organizzato in modo produttivo, eliminando le distrazioni e acquisendo padronanza di alcuni metodi che ti aiuteranno ad ottimizzare le tue perfomance.

Vediamo allora alcuni consigli che ti aiuteranno a capire come leggere più velocemente e rendere più produttive le tue ore di studio.

Le strategie per leggere più velocemente

Le tecniche di lettura veloce sono l’ideale per ottimizzare i risultati. Attenzione però: leggere più veloce non vuol dire studiare di meno ma solo massimizzare il tuo impegno senza intaccare la comprensione e l’apprendimento.

Ecco allora come leggere più velocemente.

Metti alla prova la tua velocità di lettura

Prima di iniziare, la cosa più importante da fare è conoscere il tuo punto di partenza, quindi quanto velocemente leggi oggi. Esistono diverse quiz online che ti permettono di testare la tua velocità di lettura, ma la cosa migliore da fare è prendere autonomamente i tuoi tempi.

Per testare la tua velocità di lettura basta dotarsi di un cronometro (va benissimo anche quello integrato nello smartphone) e cronometrare la velocità con la quale leggi un testo.

Ecco i passi da seguire:

  • Prendi un libro qualsiasi (non per forza un testo universitario) e scegli un paragrafo da leggere
  • cronometra il tempo che impieghi per leggerlo tutto
  • conta il numero di parole che letto.

Ricorda di leggere alla tua velocità normale per non falsare i risultati del test. Fai il test su più paragrafi del libro in modo da avere un indicatore di tempo più accurato: utilizza questi risultati come confronto per monitorare il tuo tasso di miglioramento nel tempo.

La tecnica del puntatore

leggere più velocementeLa “tecnica del puntatore” riprende un gesto che molti di noi mettevano in atto da bambini, in età scolare, ma che poi è stato abbandonato durante la crescita. Questo metodo, introdotto da Evelyn Wood, pioniere della lettura veloce, consiste nel far scorrere l’indice lungo la pagina, seguendo la frase mentre la si legge. Questo semplice gesto può aiutare ad aumentare notevolmente la concentrazione e il ritmo di lettura.

Per usare questa tecnica in modo efficace, è importante muovere il dito, ossia la tua guida, in modo costante, senza fermalo o rallentarlo. Quindi, devi semplicemente far scorrere il dito da un lato all’altro del testo ad una velocità uniforme: in questo modo capirai subito quando ti distrai o ti blocchi.

Fai fare ginnastica ai tuoi occhi

Se vuoi aumentare la tua velocità di lettura, una delle metodologie da mettere in atto riguarda il movimento degli occhi.

Inizia a presentare attenzione al loro movimento, per capire quando li sposti indietro, poi avanti e poi di nuovo indietro. A lungo andare, questo movimenti aggiungono ore intere alla tua esperienza di lettura. Un esercizio che puoi fare, anche senza un libro, è quello di spostare gli occhi da sinistra a destra spostando contemporaneamente la testa. Mentre ti sposti, assicurati di tenere gli occhi aperti: la tua testa dovrebbe muoversi mentre gli occhi rimangono fermi.

Dopo aver guardato un pò di volte da sinistra a destra, ripeti l’esercizio, ma stavolta permetti ai tuoi occhi di muoversi seguendo il movimento della testa. I tuoi occhi dovrebbero rimanere centrati e non guardare a destra o a sinistra. Infine, mantieni la testa dritta e guarda con gli occhi a sinistra e a destra alcune volte.

Imparare questo movimento degli occhi ti permette di scansionare il contenuto del libro senza distrarti.

La tecnica dell’anteprima

Questa strategia è molto utile per farti un’idea di quello che troverai sul libro, in modo da contestualizzare al meglio parole ed espressioni. Questo ti permette di scorrere più velocemente nella lettura, senza fermarti a chiederti il contesto di alcune espressione.

Ecco come applicare questa strategia:

  • Leggi il titolo e il sottotitolo
  • Leggi la parte posteriore del libro
  • Osserva l’indice
  • Guarda immagini, grafici o tabelle
  • Scansiona elenchi puntati e parole in grassetto

La tecnica dei blocchi di parole

Questa è una delle tecniche per imparare la leggere più velocemente più diffusa e prevede l’acquisizione di una nuova abilità, quella di leggere gruppi di parole.

Leggere blocchi di parole è una competenza chiave per velocizzare la lettura: l’obiettivo di questa tecnica è ridurre il numero di interruzioni che gli occhi eseguono mentre leggi, leggendo appunto gruppi di parole e non parole singole. In questo modo la lettura sarà notevolmente più fluida.

Con il tempo e l’allenamento, l’occhio imparerà ad individuare le parole chiave di ogni paragrafo, ossia quelle che veicolano l’intero senso della lettura. Inoltre imparerai a saltare le parole di congiunzione e le ridondanza, che rallentano la lettura.

Come mantenere la concentrazione nella lettura veloce

L’obiettivo della lettura veloce non.è solo ottimizzare i tempi ma anche mantenere un livello ottimale di concentrazione.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario ridurre al minimo le distrazioni, allontanandoti dalle attività che potrebbero distoglierti dalla lettura: spengi quindi la televisione, la radio, il PC e il telefono cellulare. Assumi una posizione corretta, possibilmente su una sedia che ti permetta di poggiare i piedi a terra.

Atre strategie che potrebbero aiutarti a mantenere la concentrazione sono:

  • Prendere appunti mentre leggi:in questo modo di costringi a riflettere e interpretare ciò che leggi. Se trovi molto difficile o addirittura impossibile riassumere il testo in brevi note, probabilmente non hai afferrato completamente il senso del testo;
  • Porsi le domande giuste, prima di leggere: prendi nota delle principali domande a cui ti aspetti di trovare risposta nel testo. e mentre leggi, cerca di individuare queste risposte. Questo ti aiuterà ad organizzare il tuo pensiero e a memorizzare il significato che hai ricavato dal testo.

Photo credits immagine principale: depositphoto/eskaylim

Photo credits immagine interna: depositphoto/alebloshka

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali