informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Laurea magistrale in comunicazione digitale a Benevento con Percorso Eccellenza

Sono sempre più numerose le aziende che cercano dei professionisti con solide conoscenze in ambito digitale, in grado di saper padroneggiare senza difficoltà i new media. In tal senso quindi è indispensabile una formazione accademica che sia al passo con le richieste del mondo del lavoro.

Unicusano, da sempre all’avanguardia in campo accademico e attenta alle richieste del mondo del lavoro, ha attivato un corso di Laurea magistrale in comunicazione digitale a Benevento con il Percorso Eccellenza.

Guida al corso di Laurea magistrale in Comunicazione digitale a Benevento

Il corso di Laurea magistrale in Comunicazione digitale a Benevento ha una durata di due anni e si pone lo scopo di fornire agli studenti tutte le conoscenze e le competenze necessarie per affermarsi come professionisti dei digital media.

Le materie affrontate quindi vertono su temi come il marketing digitale e i social media, i metodi di ricerca sociale e mediale, oltre all’analisi semiotica dei prodotti culturali, affrontando tutte queste tematiche in maniera ampia e trasversale. Nel piano di studi inoltre sono inclusi anche lo studio di una lingua straniera e altre attività formative volte a consolidare quanto appreso anche dal punto di vista pratico.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza  è una metodologia didattica innovativa che introduce importanti novità in tema di formazione a distanza. L’innovazione più importante è l’introduzione di una nuova figura chiave nel percorso dello studente: il mentore.

Il mentore, solitamente un ricercatore o un assistente del professore, accompagna lo studente passo passo nella preparazione di tutti gli esami, dedicandosi a lui in modo esclusivo. Inoltre gli esami non vengono sostenuti per intero, come accade nei corsi di laurea tradizionali, ma ripartiti in più esoneri.

Come funziona la Laurea magistrale in Comunicazione digitale?

Come tutti i corsi Unicusano, anche il corso di Laurea magistrale in Comunicazione digitale è erogato online, tramite l’innovativa modalità e-learning, che permette anche a studenti lavoratori o le persone impossibilitate a dedicarsi ad un corso di laurea tradizionale di conseguire il titolo di studi secondo le proprie modalità ed esigenze.

Per seguire le lezioni e scaricare i materiali didattici basta infatti collegarsi alla piattaforma telematica dell’ateneo, disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

I corsi tradizionali Unicusano prevedono che gli studenti abbiano a disposizione un tutor, che rappresenta di fatto un sostegno per le faccende più burocratiche, mentre con il Percorso Eccellenza ogni studente ha a completa disposizione una figura di sostegno ad hoc, dal momento dell’immatricolazione fino alla laurea.

Inoltre gli esami sono strutturati secondo una logica di flessibilità, che prevede la possibilità di suddividerli in esoneri: in questo modo è possibile ottimizzare i tempi e gestire con più tranquillità la mole di studio.

I vantaggi per lo studente

Perché scegliere il Percorso Eccellenza? Innanzitutto per assicurarsi una formazione di altissimo livello senza andare fuori corso e contando sul sostegno del mentore e sulla suddivisione degli esami.

La retta annuale del corso di Laurea magistrale in Comunicazione digitale a Benevento con il Percorso Eccellenza è di 5.000 Euro. Se desideri avere ulteriori informazioni sul Percorso Eccellenza compila il form qui presente per essere ricontattato senza impegno.

Credits immagine: Depositphotos/Undrey

Commenti disabilitati su Laurea magistrale in comunicazione digitale a Benevento con Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Laurea in comunicazione digitale e social media a Benevento con il Percorso Eccellenza

Il settore della comunicazione digitale è tra i più ricchi di opportunità lavorative e sono molte le persone, soprattutto giovani, che si stanno approcciando ai new media con passione ed entusiasmo. Per far sì che questa passione si trasformi in un lavoro è però necessario acquisire una preparazione specifica: per questo motivo Unicusano ha attivato il corso di laurea in comunicazione digitale e social media a Benevento con il Percorso Eccellenza, rispondendo così alle richieste di un mercato sempre più in fermento.

Vediamo le caratteristiche di questo percorso di studi innovativo, sia per le materie affrontate che per la modalità didattica unica.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea in comunicazione digitale e social media a Bari

Il corso di Laurea in comunicazione digitale e social media di Benevento si pone l’obiettivo di formare i futuri professionisti del web, offrendo agli studenti un percorso di studi che permetta di padroneggiare gli strumenti digitali, comprendendone pienamente le dinamiche sociali, culturali, giuridiche, tecnologiche ed economiche.

Il corso di laurea ha durata triennale e consente di acquisire le competenze indispensabili per comprendere i sistemi di informazione e le tecnologia digitali a 360 gradi: dall’editoria al cinema, dalle piattaforme web ai social media, dalla radio alla televisione, senza escludere la comunicazione istituzionale e d’impresa.

Il piano di studi include, oltre alla discipline caratterizzanti, anche materie trasversali come Diritto pubblico, Sondaggi e rilevazione d’opinione o Elementi di economia politica, l’insegnamento della lingua inglese e un tirocinio formativo presso un’azienda del territorio convenzionata con Unicusano.

Percorso Eccellenza: definizione e finalità

Il Percorso Eccellenza arricchisce l’offerta formativa di Unicusano con un’innovativa metodologia didattica, disponibile per i nuovi corsi di laurea. La caratteristica principale del Percorso Eccellenza è la figura del mentore, che si dedica allo studente in odo esclusivo, accompagnandolo nella preparazione di tutti gli esami.

Gli esami stessi sono concepiti diversamente, perché sono frazionati in più esoneri: in questo modo l’apprendimento è agevolato e gestire il carico di studio è più semplice.

Come funziona la Laurea triennale in Comunicazione digitale e social media?

Come tutti i corsi Unicusano, anche il corso di Laurea triennale in Comunicazione digitale e social media può essere seguito sia in presenza che online, utilizzando la piattaforma e-learning dell’ateneo, accessibile h24, tutti i giorni.

Grazie alla modalità e-learning, gli studenti possono collegarsi al sito Unicusano ovunque e da qualsiasi dispositivo, per seguire le lezioni, scaricare il materiale didattico e interagire con docenti e altri studenti. In questo modo anche gli studenti con impegni lavorativi o familiari potranno agevolmente seguire le lezioni e laurearsi nei tempi stabiliti.

Cosa cambia rispetto a un corso di laurea “tradizionale”?

Gli studenti iscritti al corso di laurea con il Percorso Eccellenza possono contare su una figura di sostegno esclusiva, quella del mentore. Il mentore, solitamente l’assistente di un docente o un ricercatore Unicusano, accompagna lo studente nella preparazione e nel sostenimento di tutti gli esami, fino alla discussione della tesi.

Come anticipato, poi, gli esami non dovranno più essere sostenuti nella loro interezza, ma suddivisi in esoneri, così da poter approfondire i vari argomenti singolarmente e poter ottimizzare al meglio il tempo e il carico di studio.

Perché scegliere il Percorso Eccellenza?

Con il Percorso Eccellenza è possibile ottenere una formazione di alto livello, potendo sempre contare sul sostegno del mentore e su una strutturazione degli esami più flessibile.

Il costo della retta annuale per un corso di Laurea triennale con il Percorso Eccellenza è pari a 5.000 Euro.

Desideri maggiori informazioni sul Percorso Eccellenza? Compila il form qui presente e sarai ricontattato senza impegno!

Credits immagine: Depositphotos/GaudiLab

Commenti disabilitati su Laurea in comunicazione digitale e social media a Benevento con il Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Laurea triennale in sociologia a Benevento con il Percorso Eccellenza

Vorresti intraprendere una carriera in ambito sociologico? Allora conseguire una laurea in sociologia è sicuramente il primo passo da compiere e il corso di Laurea triennale in sociologia a Benevento con il Percorso Eccellenza è la scelta ideale per ottenere una formazione di alto livello.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea triennale in Sociologia a Benevento

Per iscriversi al corso di Laurea triennale in Sociologia a Benevento è sufficiente essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore. L’obiettivo del corso di laurea è formare professionisti in grado di affrontare problematiche specifiche relative al contesto sociale e alle dinamiche socio-economiche culturali, territoriali, turistiche ed istituzionali.

Particolare attenzione è riservata alla dimensione metodologica, indispensabile per analizzare i fenomeni sociali contemporanei e i rapidi cambiamenti che li caratterizzano. Accanto alle competenze teoriche sulla sociologia, quindi, gli studenti acquisiranno anche competenze tecniche, qualitative e quantitative, tipiche della ricerca sociale, relative ai metodi di raccolta, elaborazione e interpretazione dei dati.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza offerto dall’Università telematica Niccolò Cusano è una nuova modalità didattica che, rispetto ai corsi tradizionali, prevede la possibilità per lo studente di avvalersi di un mentore esclusivo. Il mentore assiste lo studente nella preparazione degli esami ed è anche la figura con la quale lo studente sosterrà l’esame stesso.

L’altra novità che caratterizza il Percorso Eccellenza, poi, riguarda proprio gli esami, che sono suddivisi in esoneri.

Come funziona la Laurea triennale in sociologia?

I corsi della Laurea triennale in Sociologia possono essere seguiti sia in presenza che online grazie alla piattaforma e-learning dell’Università Niccolò Cusano.

Si tratta di un corso di durata triennale: il primo anno gli studenti conseguono una formazione sociologica di base, integrata da discipline caratterizzanti di carattere storico e giuridico. Durante il secondo anno si approfondiscono le conoscenze metodologiche e si svolgono attività formative caratterizzanti nei settori della statistica, dell’area pedagogica e di quella politologica.

L’ultimo anno, infine, si completa la formazione teorica e metodologica, che si arrichisce con conoscenze economiche e lo studio della lingua inglese.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

Le principali differenze del Percorso Eccellenza rispetto a un corso di laurea tradizionale sono due:

  • un tutor personale con cui preparare e sostenere tutti gli esami
  • la suddivisione degli esami in più esoneri intermedi.

In questo modo si garantisce allo studente un apprendimento più qualitativo e meno stressante.

Perché scegliere il Percorso Eccellenza?

I vantaggi del corso di laurea triennale in sociologia con il Percorso Eccellenza sono diversi:

  • mentore/tutor esclusivo, un supporto personale per l’intero percorso di studi
  • migliore gestione dello studio e della preparazione degli esami grazie agli esoneri intermedi
  • possibilità di seguire i corsi i modalità e-learning, in piena autonomia

Il costo della retta annuale per il corso di Laurea triennale in Sociologia a Bolzano con il Percorso Eccellenza è pari a 5.000 euro.

Compila il form per richiedere maggiori informazioni e verrai ricontattato.

Credits Immagine: DepositPhoto.com/belchonock

Commenti disabilitati su Laurea triennale in sociologia a Benevento con il Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Laurea magistrale in ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza

Vuoi approfondire le tue competenze come ingegnere informatico? L’Università telematica Niccolò Cusano di Benevento ha attivato il corso di Laurea magistrale in Ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza.

Prima di scoprire tutti i vantaggi del Percorso Eccellenza è opportuno conoscere i dettagli del corso di Laurea magistrale in Ingegneria Informatica.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea in Ingegneria informatica a Benevento

Con il corso di Laurea magistrale in Ingegneria Informatica, l’Unicusano vuole offrire agli studenti conoscenze e competenze specifiche nell’ambito dell’Ingegneria dell’Informazione, in particolare a quello dell’Ingegneria Informatica.

Il percorso di laurea è pensato per venire incontro alle sempre più importanti richieste del mondo del lavoro, in ambito industriale, manifatturiero e dei servizi ICT.

Il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica ha una durata biennale e prepara gli studenti alle professioni preposte all’ideazione, alla ricerca, alla pianificazione, alla progettazione, allo sviluppo, alla gestione e al controllo di prodotti, sistemi, processi e servizi complessi nell’ambito dell’informatica.

Percorso Eccellenza: definizione e finalità

Il Percorso Eccellenza di Unicusano  è un’innovativa modalità didattica che offre agli studenti una formazione di alto livello. Ogni studente può infatti contare su un mentore personale che lo assiste nella preparazione di tutti gli esami. Il mentore sostiene lo studente anche durante l’esame finale, che non sarà sostenuto per intero ma suddiviso in esoneri.

Grazie al Percorso Eccellenza gli studenti hanno la certezza di terminare il percorso  di studi nei tempi prestabiliti con una preparazione approfondita su ogni materia.

Come funziona la Laurea triennale in Ingegneria informatica?

Come per tutti i corsi di laurea offerti da Unicusano, gli studenti possono scegliere di seguire il corso di Laurea magistrale in Ingegneria Informatica sia in presenza che online, utilizzando la piattaforma online, disponibile h24 tutti i giorni.

In tal modo, gli studenti con particolari esigenze personali o lavorative potranno laurearsi gestendo in autonomia lezioni e preparazione degli esami.

Per quanto riguarda il piano di studi, il corso di Laurea magistrale in  Ingegneria Informatica si caratterizza per insegnamenti dell’area fisico-matematica e dell’area informatica. Completano la formazione gli insegnamenti dell’ingegneria dell’informazione, la lingua inglese e attività formative utili ad acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro.

Cosa cambia rispetto a un corso di laurea “tradizionale”?

La differenza fondamentale del Percorso Eccellenza Unicusano, rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”,  è la figura del mentore in esclusiva. Solitamente si tratta di un assistente dei professori o di un ricercatore che offre il proprio supporto allo studente nell’intero arco formativo.

Nei corsi di laurea tradizionali, invece, gli studenti hanno a disposizione dei tutor per le diverse materie, ma non in via esclusiva.

Inoltre, se nei corsi di laurea tradizionali gli esami vengono sostenuti per intero, nel Percorso Eccellenza sono invece suddivisi in più esoneri. In tal modo gli studenti possono contare su formazione più accurata e sostenibile.

Perché scegliere il Percorso Eccellenza?

I vantaggi del Percorso Eccellenza rispetto ad un normale corso di laurea, sono diversi. Eccone alcuni:

  • un mentore personale, che ti supporterà passo passo durante il percorso di studi
  • una miglior strutturazione degli esami, divisi in esoneri
  • gestione dello studio in completa autonomia, grazie alla metodologia e-learning

Il costo della retta annuale per un corso di Laurea magistrale con il Percorso Eccellenza è pari a 5.000 Euro.

Vuoi maggiori informazioni sul corso di Laurea magistrale in Ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza? Compila il form presente in pagina e verrai ricontattato.

Credits Immagine: DepositPhoto.com/deagreez1

Commenti disabilitati su Laurea magistrale in ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Benevento con il Percorso Eccellenza

Vuoi seguire un corso di Laurea in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni, puoi prendere in considerazione il corso offerto dall’Università telematica Niccolò Cusano di Benevento, che oltre al tradizionale corso triennale ha attivato il Percorso Eccellenza per alcuni specifici corsi di laurea.

Di seguito troverai tutti i dettagli del corso di Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Benevento con il Percorso Eccellenza.

Guida al corso di Laurea in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Benevento

Il corso di Laurea in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni con il Percorso Eccellenza è l’ultima innovazione didattica ideata dall’Università Niccolò Cusano. Il corso è composto da un triennio strutturato in modo da offrire agli studenti una formazione di eccellenza nel settore dell’elettronica e delle telecomunicazioni.

Il percorso di formazione perciò prevede insegnamenti di base dell’area fisico-matematica, l’insegnamento della lingua inglese e ovviamente gli insegnamenti caratterizzanti del’Ingegneria dell’Informazione, come l’elettronica, i campi elettromagnetici, le telecomunicazioni e i sistemi di elaborazione delle informazioni.

Il piano di studi è completato da alcune materie inerenti ai settori dell’ingegneria industriale, utili per offrire agli studenti una formazione completa e approfondita. Il corso di laurea in  Elettronica e Telecomunicazioni include infine una preparazione di base in area chimica e approfondisce le tematiche relative alla trasmissione ed elaborazione dei segnali.

Che cos’è il Percorso Eccellenza?

Il Percorso Eccellenza offerto da Unicusano è una modalità didattica innovativa che offre agli studenti una formazione di alto livello. Come? Grazie alla figura di un mentore dedicato che assiste lo studente nella preparazione di tutti gli esami.

Inoltre il mentore  è anche la figura con la quale lo studente sostiene l’esame finale, che viene suddiviso in più esoneri invece di essere sostenuto in un’unica sessione come avviene tradizionalmente.

Grazie al Percorso Eccellenza gli studenti potranno completare il percorso accademico nei tempi prestabiliti con una preparazione approfondita su ogni materia.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

La caratteristica fondamentale del Percorso Eccellenza, che lo distingue da un corso di laurea tradizionale, è proprio la figura del mentore esclusivamente dedicato ad ogni studente.

Nel percorso tradizionale è infatti previsto il supporto di più tutor per le diverse materie (la cui assistenza è richiesta da tutti gli studenti), mentre nel Percorso Eccellenza lo studente ha a disposizione un mentore esclusivo che lo segue passo passo fino al conseguimento della laurea.

Inoltre, nel Percorso Eccellenza gli esami sono suddivisi in più esoneri, sostenuti sempre con il proprio tutor.

I vantaggi per lo studente

Scegliere il corso di Laurea in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Benevento con il Percorso Eccellenza offre diversi vantaggi agli studenti:

  • un mentore esclusivo per tutta la durata del corso di Laurea
  • una formazione di alto profilo in ambito ingegneristico
  • esami suddivisi in esoneri intermedi.

La retta retta annuale per il corso di Laurea triennale in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Benevento con il Percorso Eccellenza è pari a 5.000 Euro.

Se sei interessato, compila il form per richiedere maggiori informazioni e verrai ricontattato.

Credits Immagine: DepositPhoto.com/Makaule

 

Commenti disabilitati su Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Benevento con il Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Laurea triennale in ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza

Vuoi intraprendere una carriera come ingegnere informatico? Il corso di laurea triennale in ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza allora è la scelta perfetta per il tuo futuro.

Lo scopo di questo corso di laurea è proprio formare futuri professionisti con reali competenze nel settore dell’Ingegneria dell’Informazione e più nel dettaglio dell’Ingegneria informatica. Vediamo come è strutturato il percorso di studi e cos’è il Percorso Eccellenza.

Guida al corso di Laurea triennale in ingegneria informatica a Benevento

Il corso di Laurea triennale in ingegneria informatica a Benevento è un percorso di formazione completo, che comprende insegnamenti di base dell’area fisico-matematica. Sono ovviamente previsti nel piano di studi gli insegnamenti caratterizzanti per l’ingegneria informatica, ossia materie come:

  • Elettronica
  • Campi elettromagnetici
  • Telecomunicazioni
  • Sistemi di elaborazione delle informazioni.

Al fine di fornire agli studenti una preparazione completa e approfondita, il corso comprende insegnamenti inerenti al settore dell’ingegneria industriale, oltre allo studio della lingua inglese, imprescindibile per il mercato del lavoro.

Il piano di studio è completato da due insegnamenti a scelta dello studente e altre attività formativa.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza dell’Università telematica Unicusano è un’innovativa modalità didattica che si pone l’obiettivo di offrire una formazione di alto livello allo studente. La principale caratteristica di questa metodo è la possibilità di avvalersi di un mentore dedicato per tutta la durata del corso di studi. Il mentore assiste lo studente nella preparazione di tutti gli esami e in particolare dell’esame finale.

 Come funziona la Laurea triennale in Ingegneria informatica?

Come tutti i corsi di laurea Unicusano, anche il corso di Laurea triennale in Ingegneria Informatica può essere frequentato sia in presenza che online; in quest’ultimo caso, basterà collegarsi alla piattaforma online Unicusano, tutti i giorni e 24 ore su 24, dove sono disponibili tutte le lezioni e i materiali didattici.

Cosa cambia rispetto a un corso di laurea “tradizionale”?

Rispetto ad un corso di laurea “tradizionale” Unicusano, i corsi di laurea inseriti all’interno del Percorso Eccellenza, offrono agli studenti la possibilità di avvalersi di una figura completamente dedicata alla sua formazione. Infatti nel percorso tradizionale gli studenti hanno a disposizione dei tutor per le diverse materie, mentre nel Percorso Eccellenza il mentore è completamente dedicato al singolo studente.

Inoltre, se nei corsi di laurea tradizionali gli esami vengono sostenuti per intero, nel Percorso Eccellenza sono invece suddivisi in più esoneri, così da agevolarne la preparazione.

I vantaggi per lo studente

I vantaggi del Percorso Eccellenza sono davvero molti:

  • Un mentore completamente dedicato, che spesso è l’assistente di un docente, oppure un ricercatore Unicusano
  • Esami suddivisi in esoneri, che permette di preparare le diverse materie in modo più semplice e veloce; di conseguenza la mole di studio è facilmente gestibile anche dagli studenti lavoratori
  • Percorso di studi breve: ogni studente ha la possibilità di pianificare con successo il proprio impegno e terminare il corso di laurea nei tempi previsti

Vuoi maggiori informazioni sul corso di Laurea triennale in ingegneria informatica ad Ascoli con il Percorso Eccellenza? Compila il form presente in pagina: sarai subito ricontattato!

Photo credits: DepositPhoto/deagreez1

Commenti disabilitati su Laurea triennale in ingegneria informatica a Benevento con il Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Laurea magistrale in sociologia a Benevento con il Percorso Eccellenza

Se vuoi conseguire una formazione altamente qualificata in ambito sociologico, il corso di laurea magistrale a Benevento con il Percorso Eccellenza è la scelta migliore per il tuo futuro.

Grazie a questo corso di laurea offerta dall’Università telematica Niccolò Cusano di Benevento potrai formarti in questo settore e intraprendere una proficua carriera.

Guida al corso di Laurea magistrale in Sociologia a Benevento

In cosa consiste il Percorso Eccellenza Unicusano? Prima di scoprire i dettagli di questa metodologia, analizziamo il corso di Laurea magistrale in Sociologia di Benevento.

La prima cosa da dire è che il corso di laurea magistrale è rivolto agli studenti che hanno già conseguito una laurea triennale in sociologia, anch’esso erogato all’interno dell’innovativo Percorso Eccellenza.

Il corso di laurea magistrale in Sociologia ha una durata di due anni e le lezioni possono essere seguite sia in presenza che online, ossia per mezzo della piattaforma e-learning di Unicusano, disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24.

Obiettivo del corso è la formazione di sociologi con conoscenze avanzate nelle discipline sociologiche e approfondite capacità di analisi dei fenomeni sociali in una chiave multidisciplinare.

Innanzitutto, c’è da dire che il corso di Laurea magistrale in Sociologia si rivolge a chi è già in possesso di una Laurea triennale in Sociologia. Questo corso, rispetto a quello tradizionale, viene erogato nell’innovativa struttura del Percorso Eccellenza.

Questa formazione specifica si ottiene grazie ad una particolare attenzione, durante il percorso di studio, ai processi demografici e alle relazioni interculturali, senza trascurare l’acquisizione di competenze altrettanto fondamentali per la ricerca sociali, come la statistica, la psicologia e le materie giuridiche.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Il Percorso Eccellenza è un’innovativa metodologia didattica messa a punto da Unicusano con l’obiettivo di assicurare una formazione di alto livello, grazie all’introduzione del mentore, ossia di una figura che assisterà lo studente per tutta la durata del corso lo studente.

Il mentore è un vero e proprio tutor esclusivo che affiancherà lo studente nella preparazione di tutti gli esami, incluso quello finale, che sono suddivisi in una serie di esoneri anziché essere sostenuti per intero come avviene tradizionalmente.

Come funziona la Laurea magistrale in Sociologia?

La Laurea magistrale in Sociologia di Benevento è strutturata secondo un piano di studi di durata biennale. Il primo anno sono previsti insegnamenti di sociologia politica e delle religioni, con un focus particolare sullo studio della società internazionale.

Il secondo anno invece prevede un programma più multidisciplinare, spaziando dall’approfondimento del diritto dell’Unione Europea allo studio della Statistica.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

Rispetto al percorso tradizionale, in cui lo studente può avvalersi del supporto dei tutor per le diverse materie disciplinari, nel Percorso Eccellenza ogni discente ha a sua completa ed esclusiva disposizione una figura ad hoc di sostegno.

Inoltre, mentre nei corsi di laurea “tradizionali” gli studenti sostengono gli esami per intero,  il Percorso Eccellenza permette di suddividerli in più esoneri, in modo da distribuire il carico di studio in modo più sostenibile.

I vantaggi per lo studente

I vantaggi del Percorso Eccellenza rispetto ad un corso di laurea tradizionale sono diversi. Gli studenti del percorso Eccellenza possono conseguire una formazione di altissimo livello e si assicurano un mentore personale che li affiancherà per tutta la durata del percorso.

La retta annuale del corso di Laurea magistrale in Sociologia a Benevento con il Percorso Eccellenza è di 5.000 Euro. Se sei interessato a questa opportunità, compila il form per richiedere maggiori informazioni.

Credits Immagine: DepositPhoto.com/billiondigital

Commenti disabilitati su Laurea magistrale in sociologia a Benevento con il Percorso Eccellenza Studiare a Benevento

Leggi tutto

Come essere leader e perché questo può aiutarti nel lavoro

Essere leader è ormai una qualità indispensabile in molti luoghi di lavoro, specie se si ambisce a ricoprire posizioni di responsabilità. Un buon leader infatti è un punto di riferimento per il business, perché è in grado di motivare al meglio i propri collaboratori e ispirare non solo i dipendenti, ma anche le aziende per le quali lavorano.

Manager e imprenditori devono spesso affrontare molte sfide e sorprese nella loro vita lavorativa: un buon leader è in grado di superare tutte le avversità per mantenere intatto il proprio equilibrio personale e creare sempre un ambiente produttivo e stimolante in cui lavorare.

Come essere un leader: consigli per sviluppare la leadership

Ci sono persone che hanno naturalmente le caratteristiche e le qualità del leader, ma tutti possono sviluppare le competenze necessarie per acquisire una buona leadership, ad esempio seguendo dei master dedicati alla crescita personale. Se vuoi crescere professionalmente e fare carriera imprescindibile imparare ad essere un leader: ecco alcuni consigli che ti aiuteranno sul lavoro.

Essere un leader vuol dire avere disciplina

La disciplina è la prima qualità di un buon leader. Sviluppare la disciplina sia nella vita professionale che in quella personale è il primo passo per diventare un leader capace di ispirare gli altri a dare il meglio di sé. Allenare la disciplina sul lavoro vuol dire rispettare sempre le scadenze, mantenere gli appuntamenti e concludere le riunioni nei tempi stabiliti.

Se per natura sei una persona disorganizzata puoi sempre iniziare ad allenare la disciplina iniziando dalle cose più piccole, ad esempio, provando ad adottare le buone abitudini in casa, come svegliarti presto e fare esercizi quotidianamente, e inizia da qui. La tenacia è importante per essere un buon leader.

Gestisci più progetti

Un buon metodo per sviluppare la leadership è imparare ad assumerti più responsabilità. Uscire dalla tua zona di comfort di permetterà di imparare cose nuove e ti farà notare dai tuoi superiori come una persona che prende l’iniziativa. Attenzione però a non superare il limite di quanto sei in grado di gestire.

Sfrutta il confronto per imparare

leadership

DepositPhoto/TarasMalyarevich

Un vero leader non ha paura di delegare e cedere il controllo ad altre persone qualora la situazione lo richieda. Non sentirti minacciato se un collega dimostra di non essere d’accordo con te, mette in discussione le tue idee o mette in pratica delle idee personali. Mantieni una mentalità aperta e riconosci il merito quando è dovuto. Non sempre è semplice, ma un buon leader deve essere in grado di valorizzare e rispettare i componenti del proprio team, che in questo modo saranno più disponibili a farsi avanti per te quando sarà necessario.

Allena la consapevolezza

Tra i maggiori punti di forza di un buon leader c’è la capacità di saper inquadrare una situazione nel suo complesso e anticipare i problemi prima ancora che si verifichino. Questa abilità è tanto più preziosa quanto più ci si trova a gestire progetti con scadenze ravvicinate. Un leader si riconosce proprio dall’abilità nel prevedere e fornire suggerimenti per evitare potenziali problemi. Inoltre, questa capacità ti permette di cogliere opportunità che altri trascurano, qualità che sicuramente ti farà ottenere dei riconoscimenti.

Ispira gli altri

Il leader fa parte di una squadra e il suo ruolo consiste principalmente nel motivare e ispirare le persone con cui lavora, in modo da collaborare nel miglior modo possibile. In quanto leader, devi essere sempre presente se un membro del team ha bisogno di una guida o un incoraggiamento: a volte basta semplicemente ascoltare e mostrarsi comprensivi per supportare qualcuno.

Riconoscere che nessuno è eccellente in tutto è fondamentale: prima te ne renderai conto, prima imparerai i delegare e a dedicarti alle cose che ti vengono meglio, incoraggiando anche le persone che lavorano con te a dare il proprio meglio.

Infine, ricorda che il modo migliore per diventare un buon leader è continuare sempre ad imparare cose nuove: in questo modo manterrai allenata la tua mente e le tue abilità, e sarai sempre pronto ad affrontare le sfide che incontrerai sulla tua strada.

Essere leader: perché è importante sul lavoro?

essere un leader

DepositPhoto/ArturVerkhovetskiy

Essere un buon leader è fondamentale per ispirare fiducia tra i propri collaboratori e migliorare il morale del team: concentrandoti sugli aspetti positivi di un lavoro, potrai incoraggiare i membri del tuo team a mettere in campo tutte le loro abilità per raggiungere gli obiettivi prefissati. In questo modo tutta l’azienda ne guadagnerà in efficienza e produttività.

Inoltre, la leadership è fondamentale anche per comunicare o orientare il proprio team: un buon leader è in grado di illustrare gli obiettivi e le aspettative in modo chiaro, fornendo esempi per motivare i collaboratori. Un leader poi fa in modo che il team si mantenga sempre sulla giusta strada, verificando l’andamento del lavoro e facendo rispettare le scadenze. Come? Controllando i progressi di ogni membro del team ed intervenendo in caso di problemi, prima che questi diventino insormontabili.

Riassumendo, un leader è in grado di far lavorare in team al massimo delle sue capacità e di riconoscere le capacità dei singoli membri, assegnando loro compiti che enfatizzino i punti di forza di ognuno. Un leader incoraggia la comunicazione e costruisce le relazioni tra i membri del team, in modo che possano lavorare e imparare gli uni dagli altri. Infine, un leader sa come motivare e incoraggiare i collaboratori, riconoscendo i loro meriti.

Credits immagine: DepositPhoto.com/xavigm99

Commenti disabilitati su Come essere leader e perché questo può aiutarti nel lavoro Master

Leggi tutto

I 7 luoghi segreti da vedere a Benevento e dintorni

Benevento è una città posizionata nell’entroterra campano, dalla storia ricca e complessa, ma anche circondata da bellezze naturalistiche e tanta cultura eno-gastronomica. Abitata fin dalla preistoria, conobbe il momento di massima espansione durante il periodo sannita, ma è stata successivamente annessa all’impero Romano, che riuscirono a conquistare la città solo dopo la famosa sconfitta delle Forche Caudine. E proprio durante il dominio romano la città fu battezzata Beneventum. In seguito fu una città longobarda, e poi pontificia. L’alternarsi di questi numerosi domini ha donato a Benevento una forte identità culturale, che le permette oggi di vantare un patrimonio storico, artistico e archeologico di grande rilievo.

Oggi Benevento è un vero e proprio museo a cielo aperto: ci sono resti romani, sanniti e longobardi, mentre della Benevento medievale si possono ammirare il castello e le numerosissime chiese. Non mancano poi cose da fare e vedere nei dintorni di Benevento, soprattutto borghi arroccati su pendici lungo la valle del Sannio.

Ma al di là dei luoghi più famosi di Benevento, non tutti sanno che la città è legata strettamente a miti e leggende, e nasconde molti luoghi segreti da scoprire. Una delle curiosità più interessanti è sicuramente quella legata alla leggenda delle Streghe di Benevento, nata probabilmente a seguito di alcuni riti pagani che i longobardi celebravano sulle rive del fiume Sabato. Per i beneventani cattolici, che vedevano le donne saltare e urlare intorno ad un albero di noce, questi rituali erano segnali di eresia e stregoneria.

Nei secoli successivi la leggenda continuò a vivere: streghe provenienti da tutto il mondo si riunivano intorno all’albero di noce longobardo per celebrare rituali con danze e canti.

Vediamo quindi 7 luoghi segreti di Benevento e dintorni, per andare alla scoperta di questa città magica.

Obelisco egizio

obelisco beneventoIl noce sacro dove si riunivano i longobardi per celebrare i loro riti non esiste più, ma rimane un luogo del mistero attorno al quale sono nati miti e leggende, come quello della Janara, strega che si intrufolava di notte nelle stalle per rubare giumente da cavalcare.  Un luogo che invece esiste ancora e che testimonia l’origine delle leggende sulle streghe di Benevento e il suo misticismo è l’Obelisco egizio, che si trova nel centro cittadino. L’obelisco fu portato a Benevento  in epoca romana e venerato segretamente anche in epoca cristiana.

 

Museo Strega

Parlando di streghe, non si può non ricordare uno dei prodotti più famosi di Benevento, città che ha regalato al mondo il famosissimo liquore Strega. Celebrare questa eccellenza locale è facile grazie all’esistenza di un vero e proprio museo che ne ripercorre le storia, le tradizioni e l’impatto sociale. Da non perdere la visita guidata, che parte dalla sala dell’Erboristeria, dove si custodisce l’antica e segreta ricetta originale. Si passa poi alla distilleria e ovviamente alla cantina, in un percorso che ti permetterà di scoprire sapori antichi e il procedimento utilizzato per preparare questo gustoso liquore, tipico di Benevento ma famoso in tutto il mondo.

Le piramidi di Benevento

Nella zona compresa tra Caserta e Benevento si elevano tre grandi piramidi, che per le loro dimensioni assomigliano a vere e proprie colline. Una si trova vicino lo splendido borgo di Sant’Agata dei Goti, una a Moiano e l’ultima a Caiazzo. Da millenni, ormai, sono parte della tradizione più nascosta di questa zona e sono tutt’ora oggetto di interesse per le comunità esoteriche locali.

Non sappiamo quale antica civiltà abbia dato vita a queste piramidi perché, come già detto inizialmente, la zona è stata abitata in più epoche da diverse popolazioni. Tuttavia nessuna di queste, dai Sanniti agli Etruschi, dai Greci ai Romani fino ai Longobardi,  ha mai manifestato, per quanto si conosce, caratteristiche costruttive di questo genere. Nessuna di queste culture, si ritiene, ha potuto costruire piramidi di tali dimensioni.  Bisogna probabilmente fare riferimento a civiltà più antiche, ma tecnologicamente avanzate, e risalire indietro nel tempo con un datazione approssimativa fra i 5.000 e i 10.000 anni a.C.

Qualunque sia la loro origine, si tratta sicuramente di luoghi mistici, dall’atmosfera misteriosa.

Luoghi segreti da vedere a Benevento: il Giardino del Mago

Il Giardino del Mago è uno dei luoghi segreti di Benevento, uno dei tesori più nascosti di questa città. Un luogo magico e di grande fascino, che si trova a Palazzo Casiello, oggi di proprietà del museo del Sannio, Il giardino si trova in posizione sopralevata e affaccia direttamente su piazza Santa Sofia. Al suo interno è possibile ammirare le sculture di bronzo dell’artista e designer Riccardo Dalisi: tra questa, la statua di un grande mago che ha dato il nome al giardino.

Giardino segreto di Airola

Rimanendo in tema di giardini, non possiamo non citare il Giardino Segreto Airola, un parco didattico botanico-zoologico che si trova ad Airola, in provincia di Benevento. Il parco ospita oltre 16o0 piante e 300 animali, ma anche diverse sette tipologie di giardini: il giardino giapponese, il cinese, l’inglese, l’australiano (unico in Italia), il mediterraneo, il secco, il tropicale e quello di erbe aromatiche.

Inoltre il giardino di Airola è l’unico in Italia dove si possono trovare diversi biotopi tipici dei diversi continenti del pianeta, come la pampa sudamericana, l’outback australiano, l’Africa nera e la steppa asiatica. 
Insomma, un luogo davvero unico e sorprendente, un vero e proprio paradiso terrestre.

Borgo di Sant’Agata dei Goti

Borgo di Sant'Agata dei GotiIl borgo di Sant’Agata de’ Goti è una cittadina antica arroccata sul pianoro di una collina tufacea. Arrivare qui è emozionante: le sue vie, i suoi tetti, i monumenti ti lasceranno senza fiato. Il centro storico è arroccato sul pianoro di una collina tufacea e si erge tra due fossati sui torrenti Riello e Martorano. La città è molto antica, sembra sorga sul luogo dell’antica Saticula, città sannitica. È bello perdersi tra le sue strette vie e ritrovarsi nelle improvvise piazzette. Ti vorrai sempre fermare per fotografare i tetti spioventi, i monumenti romanici e gotici, i campanili e i numerosi scorci dove si respira un’aria antica: il tempo qui si è fermato. Attorno è tutto verde e ancora più in là c’è una cinta di monti e colline, compreso il famoso Taburno.

Una curiosità: durante il Carnevale nelle stradine del Borgo di Sant’Agata dei Goti dodici attori rappresentano ciascuno un mese dell’anno recitando situazioni agricole tipiche di quel periodo. Il tredicesimo attore mima il ‘Capodanno’ aprendo e chiudendo questa sfilata di colori e maschere della tradizione locale.

Borgo di Pietraroja

Il borgo di Pietraroja si posiziona sul pendio del monte Mutria. Questo paesino è prevalentemente montanaro e molti sono i prodotti tipici della zona che provengono proprio da qui. Probabilmente, questo affascinante borghetto è di origine sannita. Ciò che lo contraddistingue è il clima peculiare, diverso dal resto della Campania: le temperature si mantengono stabili anche in estate, assicurando un fresco molto gradito ai turisti.

È d’obbligo visitare Pietraroja soprattutto per il luogo caratteristico in cui è situato il paese e per la cucina veramente eccezionale. Famosi i suoi formaggi e i suoi salumi, che rendono la cucina beneventana un’eccellenza. Se sei nei dintorni, non dmenticare di visitare il Parco Geo-Paleontologico, dove potrai ammirare fossili di 200 milioni di anni fa.

Commenti disabilitati su I 7 luoghi segreti da vedere a Benevento e dintorni Studiare a Benevento

Leggi tutto

Come sono gli studenti di ingegneria? Le 5 caratteristiche che dovresti conoscere

La facoltà di ingegneria è una tra le più gettonate, non solo all’Università di Benevento ma in tutti gli atenei italiani. Il merito è delle ottime prospettive lavorative e di carriera che offre questa specializzazione, ma anche per il fascino che la figura dell’ingegnere esercita sui giovani.

Ma come sono gli studenti di ingegneria? Quali sono le loro caratteristiche e attitudini particolari, che li differenziano dai ragazzi che frequentano altre facoltà?

Iniziamo subito con il dire che uno studente di ingegneria si riconosce a prima vista: affronta un percorso di studi impegnativo, che nell’immaginario collettivo lo trasforma in un essere mitologico, a metà tra genio e robot. Ma se tutti sanno che per avere successo come ingegnere bisogna possedere e sviluppare capacità come la logica, l’elaborazione di calcoli matematici complessi e di formule apparentemente comprensibili, non tutti conoscono le 5 vere caratteristiche degli studenti di ingegneria.

Scoprile insieme a noi in questa guida (semi-seria)!

Le caratteristiche fisiche dello studente di ingegneria

C’è chi dice di poter riconoscere uno studente di ingegneria a chilometri di distanza, e non c’è niente di più vero! Ecco alcune caratteristiche fisiche che ti rendono simile ai tuoi compagni di corso.

Calvizie

studenti ingegneriaSe un vero studente di ingegneria? Allora preparati: il segno distintivo per antonomasia, che ogni ingegnere che si rispetti deve assolutamente avere è la calvizie. Avere più di un capello in testa è una vera e propria vergogna accademica! Sarà perché sei abituato a strapparti i capelli davanti a calcoli impossibili?

Pallore

Non ci sono dubbi: gli studenti di ingegneria passano gran parte del loro tempo chiusi in casa a studiare. Acquistano quindi un colorito pallido, tipica di chi scarsi contatti con i raggi solari. D’altronde nessun aspirante ingegnere si presenterebbe ad un esame abbronzato, altrimenti potrebbe far credere ai docenti di avere una vita, anziché passare tutto il tempo a studiare!

Borse sotto gli occhi

Lo studente di ingegneria è dedito allo studio: non ha tempo di divertirsi, ma neanche di dormire. Perciò ogni studente che si rispetti ha due enormi borse sotto gli occhi, segno inconfondibile di una notte passati chini sui libri.

Caratteristiche caratteriali degli studenti di ingegneria

Se finora abbiamo descritto le caratteristiche fisiche degli studenti di ingegneria, quali sono quelle caratteriali? Vediamole insieme e ricorda: facciamo dell’ironia!

Relazioni con il sesso opposto, queste sconosciute

Uno studente di ingegneria ha solo un obiettivo in mente: la laurea. Questo obiettivo diventa così prioritario da dimenticare l’esistenza del sesso opposto, senza parlare dell’eventualità di avere un partner!

A quanto vita sociale, poi, l’ingegnere potrebbe paragonarsi ad un alieno. Niente uscite, niente feste, a volte diventa una perdita di tempo anche mangiare. Quando i colleghi di facoltà gli chiedono di uscire, la voglia di partecipare viene irrimediabilmente superata dai sensi di colpa, che lo portano a rifiutare l’invito con la promessa di recuperare dopo l’esame.

E per quanto riguarda l’alimentazione, non è certo un mistero che quella dello studente di ingegneria sia del tutto sregolata: cibi precotti, snack salati, dolcetti e merendine varie, bibite energizzanti e caffé in quantità industriale.

Senso dello humor

studente ingegneriaDifetti fisici a parte (presunti), bisogna ammettere che gli ingegneri sono dotati di un grande senso dell’umorismo. La maggior parte delle volte le battute le capiscono solo loro e i loro compagni di corso, ma questo è un discorso a parte. La maggior parte delle barzellette che raccontano coinvolgono un ingegnere meccanico, un ingegnere chimico, un ingegnere elettronico e un informatico, solitamente dentro una Cinquecento. Ad un certo punto la macchina si ferma e si spegne il motore, e tutti gli ingegneri iniziano a discutere sulle possibili motivazioni del guasto, ognuno facendo riferimento alla propria branca di specializzazione. La discussione va avanti, finché non interviene l’informatico: “Ma se noi provassimo ad uscire e poi a rientrare?”.

Se hai sorriso, anche tu sei un pò nerd come uno studente di ingegneria.

Identikit dello studente di ingegneria: conclusioni

Concludiamo questa scherzosa carrellata di caratteristiche degli studenti di ingegneria con un bonus, che in realtà è una sindrome dalla duplice faccia: la sindrome di onnipotenza/persecuzione. Non importa quale corso di laurea frequentino i suoi amici, lo studente di ingegneria riterrà che la sua sia sempre la più complicata. Lui ha gli esami più difficili, i professori più maligni, lui è quello che studia di più. Insomma, lui è onnipotente, gli altri sono nulla. Il suo acerrimo nemico? L’architetto, che non perde occasione di denigrare. L’origine di questo odio, che nasce più o meno dopo un anno di studi, è sconosciuto, ma sembra essere qualcosa di atavico e immodificabile.

 

Commenti disabilitati su Come sono gli studenti di ingegneria? Le 5 caratteristiche che dovresti conoscere Studiare a Benevento, Vita Universitaria

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali